Sergio D’Angelo alla guida di Abc, il ritorno dell’ex assessore

Il sindaco de Magistris: “Gli ho chiesto personalmente di assumere questo ruolo cosi importante e delicato”

Napoli, 11 agosto – “Ho firmato stamani il decreto con il quale attribuisco la guida di ABC, l’azienda speciale dell’acqua pubblica della nostra città, a Sergio D’Angelo. Gli ho chiesto personalmente di assumere questo ruolo cosi importante e delicato per la sua competenza, esperienza e capacità di affrontare da subito un momento complesso e delicato per una delle aziende più importanti per gli obiettivi strategici, amministrativi, istituzionali e politici per la nostra Amministrazione”.

“Sono soddisfatto che Sergio D’Angelo abbia accettato con entusiasmo l’incarico nonostante l’inaspettata ed improvvisa richiesta. Molto verosimilmente l’incarico durerà fino a fine anno e poi ci sarà la manifestazione di interesse per l’insediamento ad inizio dell’anno prossimo del nuovo CdA”.

“Ho chiesto a Sergio D’Angelo di rafforzare ancora ulteriormente la preziosissima “anomalia” Napoli, unica città che ha attuato il referendum sull’acqua pubblica, di lavorare per consolidare l’ azienda e metterla in sicurezza, di garantire tranquillità ed efficacia alle prestazioni delle lavoratrici e dei lavoratori, per affrontare anche i nodi particolarmente delicati con la Regione Campania”.

“Gli ho chiesto di rafforzare l’ Azienda, lavorando sempre più in sinergia con il Comune – continua la nota -, che considera ABC strategica per i suoi obiettivi,con la Holding e con le altre partecipate, coniugando la rilevanza fortemente esterna dell’ azienda con la mission dell’ acqua pubblica e con la massima efficienza di quella che dovrà sempre più essere un’azienda-gioiello della nostra Città”.

Così in un comunicato stampa, il sindaco Luigi de Magistris annuncia di aver scelto il successore di Marina Paparo che si era dimessa, il primo di agosto, da presidente di Abc – Acqua Bene Comune, partecipata del comune di Napoli per la gestione delle risorse idriche della città. Paparo aveva motivato la decisione di dare le sue dimissioni “irrevocabili” in una lettera indirizzata al sindaco Luigi de Magistris e al vicesindaco Raffaele Del Giudice, con queste parole: “dopo un anno e mezzo di durissimo lavoro, che ha visto l’avvio del ciclo idrico integrato, stravolgendo la mia attività libero professionale e la mia vita privata, è l’ora di cedere il passo” -, e ancora – “il carattere totalizzante del ruolo e la necessità di definire nuove strategie condivise richiedono tempo ed energie di cui non posso più disporre”.

Ecco quindi il ritorno in scena dell’ex assessore comunale alle Politiche sociali, Sergio D’Angelo che avrà il ruolo di commissario dell’azienda risorse idriche.

“Ho parlato in queste ore con Sergio D’Angelo di alcuni primi investimenti che si possono fare per il rafforzamento del ruolo dell’acqua – dice de Magistris – non solo per l’approvvigionamento di alcuni punti pubblici, come le fontane, per una maggiore fruizione dell’acqua per cittadini e turisti, ma anche per l’inserimento di ABC in piena sinergia con le altre aziende partecipate cittadine per lavori di miglioramento dei servizi per la qualità della vita in città a cominciare da investimenti importanti che si possono fare nel settore dell’ idropulizia della città”.

“Ed infine è importante contare sulla figura e sull’esperienza di Sergio D’Angelo per affrontare uno dei momenti più critici che il Paese sta attraversando sul fronte dell’ emergenza idrica e della siccità” – conclude il sindaco.

Lascia un commento