Nizza-Napoli. Gli azzurri vanno in Costa Azzurra con la qualificazione a portata di mano

Dopo il 2-0 dell’andata il Napoli può gestire, ma verosimilmente sfrutterà eventuali spazi in contropiede per mettere in cassaforte la qualificazione. Rispetto alla gara di campionato col Verona tornano 4 titolari

Napoli, 22 agosto – Secondo e ultimo appuntamento con i playoff di Champions League: stasera, nel bellissimo impianto Allianz Riviera, Napoli e Nizza disputeranno il ritorno dei preliminari e poi saranno formati i gironi. Il Napoli, che al San Paolo ha battuto i francesi 2-0, vede la qualificazione a un passo e ci crede: alla banda Sarri basterà gestire, ma verosimilmente tenterà di sfruttare eventuali spazi in contropiede per mettere in cassaforte la qualificazione. Tanta la differenza tecnica tra le due squadre, il Nizza potrà sperare solo nel fattore stadio e in Mario Balotelli, autentico goleador dei francesi, costretto a saltare l’andata per infortunio. In campo dovrebbe scendere anche una vecchia conoscenza del calcio italiano, l’ex Inter Wesley Sneijder, che insieme a Super Mario con il suo talento proverà a spaventare Mertens e compagni.

Il tecnico del Nizza, Lucien Favre, dovrebbe affidarsi al 4-2-3-1. Al centro della difesa Le Marchand e Dante, con Souquet a destra e Malang Sarr a sinistra. A centrocampo Walter e Tamèze con Lees Melou e Saint-Maximin sugli esterni. Sneijder agirà da trequartista alle spalle di Mario Balotelli.

Maurizio Sarri si affida al 4-3-3. Al centro della difesa Albiol e Koulibaly con Hysaj a destra e Ghoulam a sinistra. A centrocampo Allan, Jorginho e Hamsik. In attacco Mertens al centro con Callejon a destra e Insigne a sinistra.

Rispetto alla gara d’andata “sarà una partita completamente diversa, sarà un Nizza più offensivo e determinato, convinto dei propri mezzi, quindi, gara più complicata”, ha detto Sarri in conferenza stampa. “Dobbiamo scordarci il 2-0 dell’andata, non dobbiamo correre il rischio di interpretare la partita in modo non adatto alle nostre caratteristiche. Abbiamo delle difficoltà a gestire il risultato e, dunque, dobbiamo giocare come sappiamo e, soprattutto, per vincere. Il Nizza ci crede? Ed è giusto così, perché il risultato dell’andata apre a tutte le soluzioni. La responsabilità è nostra, perché non abbiamo concretizzato le opportunità create al San Paolo. Ma dobbiamo fare il risultato a tutti i costi. Sarà dura anche per loro. Per noi è impensabile non passare, sarebbe difficile da digerire ed avrebbe contraccolpi psicologici uscire dalla competizione”.

Per quanto riguarda Balotelli e Sneijder, Sarri ha affermato: “Hanno alle spalle una storia importante, sono in piena efficienza fisica e possono incidere sulla partita in maniera importante”.

“La qualificazione è ancora possibile e io ci credo”, ha detto Favre in conferenza stampa. “Dovremo fare qualcosa di meglio dell’andata, perché il Napoli è un’ottima squadra”, ha aggiunto. Favre ha studiato gli azzurri e vuole un Nizza diverso: “Dobbiamo giocare più stretti, lavorare sul possesso palla in modo corale. Proveremo a fermare la loro manovra a partire da Albiol e Koulibaly ma anche a centrocampo, dove il Napoli è rapido e gioca con passaggi in profondità. Sarà più importante questo più che fermare Mertens e Insigne”.

Probabili formazioni:

NIZZA (4-2-3-1): Cardinale; Souquet, Dante, Le Marchand, Sarr; Walter, Tamèze; Lees-Melou, Sneijder, Saint-Maximin; Balotelli. Allenatore: Favre.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Sarri.

ARBITRO: Damir Skomina (Slovenia)

Lascia un commento