Va la nave e Napoli saluta commossa la “munnezza”

Sono terminate le operazioni di carico della “munnezza” a bordo della nave “Nordstern” diretta in Olanda – ancorata dal 7 gennaio 2012 al molo 44 del porto di Napoli – ed è già polemica. Non poche le difficoltà per il carico, compreso il guasto di un elevatore che ha fatto temere ulteriori ritardi.
Da oggi in poi – rende noto il Presidente della Provincia Luigi Cesaro – partirà un carico a settimana di circa 3.000 tonnellate di rifiuto secco, pari ad un costo di circa 109 euro a tonnellata. Questo accordo è stato stretto tra Provincia e Comune, Il Sindaco Luigi De Magistris ed il suo vice  Tommaso Sodano hanno mediato per ottenere il trasferimento dei rifiuti all’estero. Un’operazione che lascia molti dubbi e perplessità non solo in merito all’elevato costo per lo smaltimento ma anche per quel che riguarda la totale autonomia per l’emergenza rifiuti, ancora oggi irrisolta.
Il Sindaco, in un comunicato stampa, sottolinea: “L’emergenza è finita ad agosto, ma questo consente di migliorare la situazione anche in provincia, e nei prossimi due anni non avremo più precarietà. Da fine gennaio avremo un viaggio alla settimana di 4-5 mila tonnellate, quindi andiamo su circa 20 mila tonnellate al mese. Il costo è inferiore a quello sostenuto in passato, più basso del costo di conferimento in Campania e di gran lunga più basso attualmente per andare nelle altre regioni. È una soluzione transitoria che serve a noi per avere uno-due anni di tempo per completare gli impianti di cui ha bisogno la città e la Campania. È un contributo ad evitare che la Campania possa tornare in emergenza”.
Non è dello stesso parere Luigi Cesaro. Per il Presidente della Provincia di Napoli, questo viaggio potrebbe essere l’ultimo: «è un fatto importante, ma è una via come tante altre che abbiamo già intrapreso. Aspettiamo il parere della Regione sul ‘tal quale’ che è la cosa più importante, e credo che se non ci sarà l’autorizzazione questo sarà il primo e ultimo viaggio. Il sindaco de Magistris mi ha assicurato che Caldoro darà l’ok, anche il Ministero dell’Ambiente ha detto sì al trasferimento del ‘tal quale’».
Insomma tanto ottimismo, speranza e – come al solito – tante polemiche accompagnano le vicende di Napoli ed alimentano le critiche nazionali ad una Città in piena crisi. Una Giunta cittadina che vuole a tutti i costi vincere ma ancora, inesorabilmente, non convince ne loro stessi, ne tantomeno un’Italia sempre pronta ad aggredire il Sud.

4 thoughts on “Va la nave e Napoli saluta commossa la “munnezza”

Lascia un commento

cinque × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.