Il sindaco de Magistris e gli elogi di Franceschini: “Questo vento di Napoli si sente. La cultura è l’arma di riscatto”

Il sindaco commenta le frasi del ministro dei Beni e delle Attività Culturali, che aveva detto: “Napoli sarà la capitale mondiale del turismo entro dieci anni”, perché “qui c’è un’energia e una spinta verso il futuro che altrove non esistono”

Napoli, 19 settembre – “Questo vento di Napoli si sente”. Lo ha detto il sindaco, Luigi de Magistris, commentando gli elogi alla città e ai napoletani da parte del ministro dei Beni e delle Attività Cuturali e del Turismo, Dario Franceschini, che dopo un week-end trascorso a Napoli con la famiglia, in un’intervista al quotidiano Il Mattino aveva affermato: “Entro dieci anni Napoli può diventare la capitale mondiale del turismo. Bisogna continuare a mostrare lo stesso entusiasmo che ho respirato in questi giorni. In Italia c’è una simile vivacità solo a Milano e anche a Palermo, un’aria differente rispetto a Roma, ad esempio” (vai all’articolo).

“Tutto si può dire tranne che il ministro l’abbia fatto per questioni politiche – ha affermato de Magistris – e quindi trovo molto apprezzabile questa oggettività che fa bene al Paese”. “L’arma di riscatto di questa terra in questi anni è stata la cultura. L’effervescenza culturale che c’è a Napoli in questi anni si sente”, ha aggiunto il primo cittadino.

“Questo Paese deve ritrovare coesione. In un momento così difficile coesione non significa uniformità, ma rispetto nelle diversità e trovare le ragioni dello stare insieme”, ha concluso de Magistris.

Lascia un commento

20 − otto =