Articolo 1-Mdp, Bersani a De Luca: “Parli anche con chi non la pensa come lui”

Critiche anche al Pd: “A Napoli ha perso perché il 30 per cento degli elettori ha deciso di non votare e lo ha fatto perché non si riconosce nel partito”

Napoli, 28 settembre – “In una democrazia la discussione pubblica con chi la pensa diversamente è alla base della stessa. È un episodio spiacevole, spero non si ripeta”. Lo ha detto Pierluigi Bersani a margine della Festa del Lavoro organizzata a Napoli da Articolo 1-Mdp, commentando la scelta del presidente della Campania, De Luca, di rinunciare al suo intervento per la presenza della contestazione di un gruppo di disoccupati.

Critiche anche al Pd che, secondo Bersani, “a Napoli ha perso perché il 30 per cento degli elettori ha deciso di non votare e lo ha fatto perché non si riconosce nel partito. Sono state tollerate disuguaglianze sociali disumane”. I motivi della sconfitta del Pd per Bersani sono da ricercare nella mancata lotta “disuguaglianze sociali, nella disoccupazione e nel welfare assente”. Sul lavoro “è inutile pensare a sgravare i contratti quando ci sono centinaia di migliaia di stage, di tirocini a 400 euro. Poi, c’è il lavoro a chiamata, a somministrazione, il lavoro a termine. Ma quanti sgravi devi fare per aggirare queste cose che stanno ricattando i giovani?

Di ius soli ha parlato il ministro delle infrastrutture, Graziano Delrio, durante il dibattito con lo stesso Bersani. Per la legge sullo ius soli, ha detto Delrio, “era stato valutato di porre la fiducia, poi Gentiloni ha stabilito che fosse opportuno rinviare i tempi. Ora faremo una valutazione in autunno”. Per Bersani è, invece, inaccettabile dire “la facciamo la volta prossima”. “Allo scadere della legislatura e con una destra incombente in tutto il mondo, dico ‘speriamo di poterci riprovare’. Una sinistra che separa i valori che pronuncia, dal fatto di combattere per gli stessi, è morta. Appare una sinistra declamatoria, una sinistra da cose che si dicono e non si fanno. Puoi farcela o meno, ma devi far vedere che combatti per le tue idee”.

Sul tema ius soli è intervenuto anche il presidente del Senato Piero Grasso. “Si tratta di diritti essenziali che nei fatti già esistono. Non capisco perché tutti dicono che è una buona legge ma non si approva. Credo che le motivazioni siano elettorali più che di giustezza della legge”.

Lascia un commento