Halloween 2017: nel castello Lancellotti di Lauro riprende vita la leggenda di Dracula

Il 31 ottobre e l’1 novembre, nella splendida cornice del Castello Lancellotti di Lauro, il Demiurgo, in collaborazione con l’associazione Pro Lauro, porta in scena un classico dell’orrore: Dracula

Lo Spettacolo – Nel 1462 un cavaliere romeno del Sacro Ordine del Dragone, Vlad Ţepeş conosciuto anche con il nome di “Draculia”, combatte per difendere la cristianità dall’inarrestabile avanzata turca. È nei tragici giorni in cui, tra sangue, tormenti e violenza, Vlad riesce a sconfiggere i turchi che si consuma la sua personale tragedia: Elisabeta, sua moglie, si toglie la vita credendolo morto. Di fronte al suo cadavere il principe rinnegherà Dio e si trasformerà in Dracula.

Nel 1897, nel cuore della Londra vittoriana, ritroviamo ancora Dracula, invaghitosi della moglie di Jonathan Harker, un brillante avvocato incaricato di acquistare il suo castello. Nella donna, Mina Murray, egli rivede l’incarnazione di sua moglie, Elisabeta. Questa passione malsana scatenerà degli eventi terrificanti e drammatici. Dracula, nella versione de Il Demiurgo, verrà portato in scena in maniera cruda e realistica, non risparmiando nulla sull’orrore e sul sangue: un vero e proprio horror teatrale. Inoltre, dal punto di vista drammaturgico e registico, verrà posta grande attenzione al personaggio di Dracula: imperscrutabile e letale, capace di atrocità terrificanti e di un amore sincero e struggente. Un mostro che abita le tenebre e combatte il Mondo, spinto dalla sete inestinguibile di sangue, divorato dall’infelicità e dalla solitudine.

La location – Ad uno sguardo di distanza da Nola, sul “primo sasso” del Vallo di Lauro, sorge maestoso il Castello Lancellotti, una tra le più belle residenze d’epoca della Campania. Le prime testimonianze sono precedenti l’anno 1000, ma è del 1277 la prima testimonianza concreta dell’esistenza di una dimora feudale. Museo storico che accoglie migliaia di visitatori l’anno, location per eventi privati e manifestazioni culturali, il Castello Lancellotti rappresenta un importante polo di attrazione culturale. Grazie al lavoro costante dell’associazione Pro Lauro, inoltre, costituisce una realtà dinamica, che concilia la propria vocazione museale con un’intensa attività nell’ambito dell’organizzazione di eventi, utili alla valorizzazione del Bene e capaci di dar vita ad un circolo virtuoso che permette di non trascurare un sapiente e costante lavoro di tutela e restauro.

Regia e drammaturgia: Francescoantonio Nappi
Coreografie: Federica Di Benedetto

Lascia un commento

2 × due =