Ischia, festa di San Michele: 10 mila euro per i terremotati

Il messaggio del borgo di Sant’Angelo dopo la processione via mare a cui hanno partecipato anche Ciro, Mattias e Pasqualino

Ischia – Un assegno di diecimila euro a beneficio dei terremotati, consegnato dal comitato dei festeggiamenti di San Michele Arcangelo nelle mani dei rappresentanti del comitato “Risorgeremo nuovamente”. E’ il contributo concreto che Sant’Angelo offre agli sfollati a margine di un’edizione straordinariamente intensa della sua Festa, andata in scena sabato sera in uno scenario d’eccezione e impreziosita dalle suggestioni della processione via mare e dallo spettacolo dei fuochi pirotecnici.

“Quest’anno – ha spiegato Giuseppe Emilio Di Meglio, presidente del comitato – abbiamo inteso tendere una mano agli amici di Casamicciola e Lacco Ameno, indirizzando loro una parte dei cachet che le maestranze hanno deciso di ridursi e i contributi dei privati, raccolti prima e durante la Festa. Così, senza rinunciare alla bellezza di un evento unico, sempre più apprezzato dai nostri turisti, abbiamo dato un forte messaggio di solidarietà, che non si concluderà qui”. A ricevere emozionato il contributo, in rappresentanza della popolazione terremotata, il musicista Matteo Di Meglio, che ha ringraziato “il grande cuore di Sant’Angelo”.

La Festa ha fatto registrare numeri significativi nei due giorni-clou: di assoluta suggestione la tradizionale processione via mare con la statua del santo, salutata con fuochi pirotecnici lungo la costa, da Punta Chiarito ai Maronti. Accompagnati da don Pasquale Mattera, a bordo anche i tre fratellini della palazzina di via Serrato sepolta dalle macerie, Ciro, Mattias e Pasqualino, rapiti dall’incanto dello spettacolo insieme con i genitori. “Questo è un evento che nasce dalla passione dei componenti del comitato, che hanno profuso uno straordinario impegno assicurando l’ottima riuscita della Festa”, ha sottolineato in conclusione Giuseppe Emilio Di Meglio.

Lascia un commento