Roma-Napoli, de Magistris: “Finisca l’odio tra tifoserie”

Il sindaco: “Quando uno stadio non ospita dei tifosi è una sconfitta”

“Roma-Napoli è una partita importante, attraversata dal ricordo di fatti che hanno particolarmente sconvolto la nostra città: penso alla morte del caro Ciro Esposito. Però mi auguro da tifoso del Napoli, da sindaco e da italiano, che possa finire quest’odio, quest’astio e questa insicurezza individuale e collettiva che accompagna troppo spesso le partite di calcio nel nostro Paese”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine dell’assemblea Anci in corso a Vicenza, parlando della partita di campionato tra Roma e Napoli, in programma domani sera allo stadio Olimpico.

“Le partite devono essere un momento di gioia, di tifo. Quando uno stadio non ospita dei tifosi è una sconfitta – ha spiegato de Magistris –. Lo stadio deve essere il luogo in cui con i propri figli e la propria famiglia si può andare senza temere alcunché. Deve finire quest’odio ed è molto brutto vedere che ci sono tifosi che non possono andare allo stadio”.

Lascia un commento