Progetto Encefalo, in scena allo Ztn

È in scena allo ZTN, sabato 21 e domenica 22 ottobre, Encefalo, uno spettacolo che nasce da un’idea del duo Silivia Romano e Federica Palo

Encefalo racconta a più livelli e a più linguaggi una mondanità virtuale, i suoi tranelli, le sue aberrazioni . L’euforia del singolo, l’esaltazione della massa senza ideali, la costante e strisciante necessità di essere al centro della scena anche prima di morire.  Il vuoto e gli stimoli esterni a cui l’individuo reagisce come può, seguendo le logiche  meccaniche, creative, alle volte imprevedibili di un enorme encefalo,  sempre costretto ad adattarsi ai nuovi contesti. Il tutto a partire dall’intreccio di musica e teatro, sempre tesi alla ricerca di una descrizione amara, sarcastica, grottesca, a tratti rassegnata dei singoli temi dell’esistenza (vanità, amore, morte).

Il teatro canzone del duo Encefalo è rappresentato dalla rivisitazione di testi di autori classici e contemporanei, da Stefano Benni a Karl Valentine, passando per Nazim Hikmet, e musicato da brani editi e inediti. Silvia Romano è voce e piano e Federica Polo, attrice in scena.

L’appuntamento con Encefalo è fissato alle 21.00 di sabato 21 ottobre e alle 18.30 per la replica di domenica 22 ottobre. Lo spettacolo è “A Cappello”, dunque sarà il pubblico a stabilire alla fine il valore dello spettacolo a cui ha assistito.

Lascia un commento

6 − cinque =