Al via a Napoli la Scuola Internazionale della Cooperazione Sociale

Trenta cooperatori sociali da tutto il mondo si riuniscono nel capoluogo campano fino al 22 ottobre per confrontarsi sullo sviluppo dell’economia sociale e della cooperazione

È Napoli la città scelta da 30 cooperatori sociali, provenienti da 9 paesi, tra cui Usa, Giappone Sri Lanka, che prendono parte, da oggi fino al 22 ottobre, all’edizione 2017 della Social Cooperatives International School, organizzata da Federsolidarietà- Confcooperative, presso l’Hotel Royal Continental, in via Partenope 38.

Tra i relatori: il professore Giorgio Ventre, direttore della Apple Academy del capoluogo campano, Ulla Engelmann, capo unità Economia Sociale della Commissione Europea, Giuseppe Guerini, presidente Federsolidarietà – Confcooperative e Giovanpaolo Gaudino, presidente di Federsolidarietà – Confcooperative Campania.

Aperti alla stampa e ai curiosi i lavori della mattinata del 21 ottobre , dedicati alla relazione tra il mondo profit e no profit, l’inclusione, la sharing econonomy il management e la leadership nelle cooperative sociali. Intervengono, tra gli altri: Gianluca Salvatori, CEO Euricse, Stefano Granata, presidente del Gruppo di Cooperative CGM, Letizia Piangerelli, esperta di innovazione e Valeria Fascione, assessore per l’Internazionalizzazione in Regione Campania.

Cambio di location per i lavori del 20 ottobre, dedicati alla comunicazione sociale. La sessione formativa, a cura di Alessandro Martemucci, esperto di marketing e comunicazione, si svolgerà presso la fattoria sociale Fuori di Zucca, un progetto di agricoltura sociale nell’area dell’ex manicomio di Aversa. La chiusura dei lavori, il 22 ottobre, prevede la consegna degli attestati.

Lascia un commento

1 × 2 =