Campania, Palmeri: “18.000 nuove assunzioni con il programma garanzia giovani”

L’assessore: “Ora il via alla seconda fase”. Fase 2 ricomincerà con una dotazione europea di 226 milioni di euro

Un importante momento di confronto e riflessione sul Programma Europeo di Garanzia Giovani, dopo la prima fase, ed alle soglie della Fase 2 si è tenuto giovedì 27 ottobre presso la sede della Regione Campania. L’iniziativa “Garanzia Giovani: una strada per l’occupazione” a cui hanno partecipato molte personalità del mondo delle imprese e delle Istituzione ha confermato un ottimo dato: 18.000 nuove assunzioni grazie al programma “Garanzia Giovani”.

“Un momento di bilanci sull’attuazione in Regione Campania, di approfondimento sulle criticità del sistema – ha affermato la Palmeri – di valorizzazione delle nostre performance. Nonostante io l’abbia presa in mano dopo 15 mesi dalla sua introduzione in Campania (2014) ho sentito l’esigenza di riprogrammarla totalmente, introducendo il bonus occupazionale per i datori di lavoro che assumono giovani NEET dai 16 ai 29 anni”.

“Ero certa – continua l’assessore – che gli imprenditori campani avrebbero dato una possibilità ai nostri giovani. Da allora, ottobre 2015, le assunzioni sono partite ed oggi contiamo su Garanzia Giovani oltre 18 mila assunzioni, registrate dall’INPS. Un grande successo, che ha coinvolto oltre 12 mila aziende, interessate ai nostri giovani”.

“Siamo secondi solo alla Lombardia per numero assunzioni, ma abbiamo superato tutti i target assegnati e quindi la Fase 2 ricomincerà con una dotazione europea di 226 milioni di euro. Noi siamo ambiziosi, dobbiamo moltiplicare i risultati. Garanzia Giovani non è solo assunzioni (prima neppure quello), ma anche un’occasione per tanti giovani – conclude poi l’assessore – che non hanno concluso gli studi, di conseguire una qualifica spendibile, o partecipare ad un progetto di servizio civile o far partire una piccola impresa. Implementeremo questo è molto altro.”

Lascia un commento

11 + quattordici =