Fico (M5s) avverte de Magistris: “Niente alleanze”

Il deputato dei Cinque Stelle chiarisce che non ci sarà nessuna alleanza con Dema, il movimento politico che fa capo al sindaco di Napoli Luigi de Magistris

Napoli, 11 novembre – “Non c’è nessun dialogo o alleanza. Con de Magistris c’è stato semplicemente uno scambio di contenuti. Sappiamo bene quali sono le cose che non vanno bene a Napoli e lo abbiamo fatto presente più volte, poi ovviamente non abbiamo alcun problema ad intavolare dibattiti su diversi temi della vita politica”. Lo ha detto il deputato del Movimento 5 Stelle Roberto Fico, commentando l’incontro avvenuto a Montecitorio tra Luigi Di Maio e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris (vai all’articolo).

In questo modo Fico, che secondo alcuni sarebbe pronto a correre nel 2021 per la carica di sindaco di Napoli, a margine del seminario Parole guerriere ha chiarito che non è ipotizzabile nessuna alleanza né con il movimento Dema, che fa capo a de Magistris, né con Mdp e altre forze di sinistra. “Con Mdp – ha spiegato Fico – non c’è in vista alcuna alleanza. Ci sono i partiti che hanno fatto sempre bello e il cattivo tempo nel Paese e c’è il Movimento, che sta portando avanti un’altra politica”.

Il parlamentare 5 Stelle, a margine del seminario, ha commentato anche due recenti fatti di cronaca: l’aggressione a Ostia subita da un giornalista Rai e l’irruzione di alcuni rappresentanti dei collettivi studenteschi all’interno della Federico II, nel corso dell’incontro con Massimo D’Alema sulla crisi europea e la socialdemocrazia. Quanto all’aggressione della troupe Rai da parte di Roberto Spada, fratello del boss Carmine Spada detto Romoletto, il deputato 5 Stelle ha affermato: “Cerchiamo di dividere l’aggressione di un delinquente ad un giornalista e parlare di contenuti rispetto al mondo dell’informazione, vediamo di avere un confine di demarcazione ben chiaro. Lì c’è un aggressione a una persona che faceva il suo lavoro e tutti siamo stati subito vicini al giornalista di Nemo”.

Rispetto a quanto è invece avvenuto alla Federico II, Fico ha detto: “Quando non si lascia parlare qualcuno è sempre sbagliato. Protestare anche in modo forte lo ritengo giusto ma – conclude – è corretto farlo sui contenuti e lasciare tutti liberi di parlare all’interno delle università. Questo è il minimo per un paese civile e democratico come il nostro”.

Lascia un commento

quattro × uno =