Il Congresso Pd Napoli è “a rate”: in alcuni circoli si voterà il 18 novembre

Bocciato il ricorso del candidato Oddati in Commissione di garanzia provinciale Pd, la stessa ha deciso che nei circoli dove non si è votato lo si potrà fare il 18 novembre

Napoli, 15 novembre – Continua il caos nel Pd, dove il Congresso per l’elezione del segretario metropolitano di Napoli è diventato una telenovela (vai all’articolo). I risultati del Congresso, che dovevano essere resi noti ieri, sono stati congelati per il ricorso del candidato Nicola Oddati (in foto), che è stato bocciato in serata dalla Commissione di garanzia provinciale. La stessa Commissione ha deciso che in alcuni circoli, dove non si è votato, lo si potrà fare il 18 novembre. Come riporta il Corriere del Mezzogiorno, i circoli “che non hanno potuto espletare gli adempimenti previsti dal regolamento per l’elezione del segretario metropolitano, dovranno e potranno farlo con le seguenti modalità: apertura del congresso nel giorno 17 novembre 2017 per il dibattito, operazioni di voto nel giorno 18 novembre 2017 dalle ore 8 alle 13, consegna dei plichi sigillati presso la federazione entro le 16 dello stesso giorno”.

Intanto due dei tre candidati alla segreteria, Oddati ed Ederoclite, si sono resi protagonisti di un botta e risposta sul tema della possibile candidatura di Paolo Siani nelle fila del Pd alle prossime elezioni politiche. “Sono profondamente d’accordo con candidatura di una persona come Paolo Siani nel Pd. Ma possiamo permettere ad un partito che a Napoli è illegale di candidare una persona come Siani?”, aveva affermato Oddati durante un’intervista a Fanpage.it.

La replica da parte di Ederoclite arriva su Facebook. “Trovo vergognose le dichiarazioni rilasciate da Nicola Oddati a Fanpage.it, con le quali definisce il Pd indegno di candidare Paolo Siani”, scrive Ederoclite in un post. “Mi chiedo – prosegue – cosa dobbiamo ancora sopportare come comunità? In questi giorni abbiamo tenuto un atteggiamento responsabile, rispettando le perplessità di molti e anche i tempi dei ricorsi e dei cavilli portati nelle diverse commissioni. Ma quando un candidato alla segreteria provinciale dichiara che il Pd è illegale e indegno di candidare Siani, mi chiedo cosa aspettino i suoi sostenitori a prenderne le distanze?”.

“Oddati da settimane sta offendendo tutti, con il solo scopo di mandare tutto al macero, non solo il Congresso, ma anche il Pd, i suoi iscritti e la comunità che da giorni sta subendo questo spettacolo indecente. Ora basta”, conclude Ederoclite.

FOTO: tratta da ilmattino.it

Lascia un commento

due × 1 =