“Occhio alla Vita”, al via il 7° festival internazionale delle arti per la sicurezza stradale e la legalità

Venerdì 24 novembre a Napoli al Maschio Angioino


Le nuove dipendenze sociali tra i giovani sarà il tema trattato nell’ambito del “7° Festival Internazionale delle Arti per la Sicurezza Stradale e la Legalità Occhio alla Vita”.Appuntamento a Napoli il 24 novembre – dalle 9,30 alle 12,30 – nella Sala dei Baroni al Maschio Angioino per la mattinata dedicata alla promozione di una cultura sulla sicurezza stradale.

Organizzato dal Provveditorato alle OO.PP. di Napoli, in collaborazione col Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Associazione Onlus “Akira”, il Festival quest’anno si focalizza sulle dipendenze patologiche relative all’abuso di alcool, sostanze stupefacenti e i nuovi comportamenti problematici/disfunzionali riferiti a internet – uso scorretto del cellulare e cyber bullismo.

Nel percorso didattico finora svolto, in scuole di ogni ordine e grado, sono stati coinvolti complessivamente oltre 10.000 studenti di età compresa tra i 4 e i 20 anni. L’obiettivo della nuova campagna sarà infondere negli studenti un senso di responsabilità per un corretto modo di vivere la strada, la rete e i social, attraverso un percorso didattico – di circa un anno – con  la realizzazione di elaborati artistici finali, ad hoc.

Nella manifestazione conclusiva – prevista a maggio 2018 – un’apposita giuria, composta da rappresentanti di Amministrazioni dello Stato, valuterà gli elaborati presentati dagli alunni e premierà i vincitori delle diverse categorie creative (cinema, disegno, pittura, teatro e informatica).

Il 24, alla presentazione del Festival alle autorità e alla cittadinanza, parteciperanno alunni dell’Istituto Superiore Elena di Savoia e dell’Istituto comprensivo Baracca – V. Emanuele. Inoltre, sarà offerto servizio d’accoglienza e di sala dagli alunni dell’Elena di Savoia mentre il servizio fotografico e video sarà a cura degli studenti dell’I. S. Casanova.

La manifestazione è stata insignita di medaglia dal Presidente della Repubblica Italiana che ne ha riconosciuto l’alto valore sociale.

Lascia un commento

tre × quattro =