Primo soccorso nelle scuole, al congresso della Croce Rossa

Al congresso in corso a Napoli, particolare attenzione è stata dedicata alla formazione del personale scolastico, dei genitori e degli alunni delle scuole superiori e medie per evitare tragedie da soffocamento tra i banchi di scuola. Presentato un progetto per le scuole elementari

Napoli, 26 novembre – Nel corso del Congresso della Croce Rossa a Napoli particolare attenzione è  dedicata al primo soccorso nelle scuole grazie anche alla recente legge approvata dal Parlamento, che permetterà di salvare numerose vite. La richiesta di formazione nelle scuole, infatti, è in costante aumento, sia da parte degli insegnanti che dei genitori.

Troppo spesso infatti capita di voler dare un aiuto ma di non sapere da che parte cominciare, con il rischio di aggravare la situazione . “Per questo motivo,  – ha affermato Paolo Monorchio, presidente del Comitato Napoli Croce Rossa – già dallo scorso anno abbiamo fatto corsi in tutte le scuole italiane, in particolar modo in Campania, durante i quali abbiamo mostrato il corretto uso del defibrillatore e le manovre di primo soccorso. E le richieste stanno aumentando in modo esponenziale. I nostri corsi sono destinati al personale scolastico, ai genitori e agli studenti delle scuole medie superiori e inferiori, ma oggi sarà presentato un progetto dedicato alle scuole elementari. In genere utilizziamo manichini di ultima generazione collegati al wi-fi che ci fanno capire come eseguire correttamente le manovre salvavita, segnalando eventuali errori. Si va dal massaggio cardiaco alla respirazione bocca a bocca alla disostruzione delle vie aeree: cose semplici che ci permettono di diffondere sul territorio una cultura medica che serve per aiutare le persone in difficoltà senza farsi prendere dal panico. Ricordo che tutte le scuole possono fare richiesta di questi corsi; le informazioni sono sul sito della Croce Rossa e nel nostro caso sono su quello della Croce Rossa di Napoli.”

Lascia un commento

uno × due =