Lavoro, Palmeri: “Città metropolitana diffonde fake news su misure per il lavoro”

L’assessore Regione al Lavoro e alle Risorse Umane, Sonia Palmeri interviene in merito alla diffusione di fake news su misure per il lavoro diffuse da un esponente della città metropolitana di Napoli

Napoli – “Al peggio non c’è mai fine! Avevo richiesto al consigliere metropolitano di Napoli – dichiara l’assessore Sonia Palmeri – delegato per le politiche al Lavoro, di non diffondere durante incontri non condivisi, dati che non fossero validati dall’Assessorato regionale al Lavoro. L’inutile smania di protagonismo, unita al rifiuto di qualsiasi forma di collaborazione sulla materia dei centri per l’impiego dell’area metropolitana (la cui governance è regionale) ha portato alla diffusione ieri, in un convegno pubblico, di materiale con informazioni assolutamente prive di fondamento ed estremamente fuorvianti per i fruitori delle misure”.

“Mi riferisco in particolare – precisa la Palmeri – alla documentazione diffusa (e che qui riporto per trasparenza), in cui è riportato che la Regione Campania non ha aderito alla misura Selfemployment. Mi chiedo: stanno scherzando?”

Sonia Palmeri indica poi una serie di dati reali: “L’unica verità è questa: siamo i prima in Italia per numero di progetti finanziati. Sono 282 le nuove imprese nate da giovani Neet Campani iscritti a Garanzia Giovani, per un totale di circa 10 milioni di euro già erogati. La Giunta De Luca ha scelto di finanziare la misura fin da subito ed i giovani continuano a presentare ad Invitalia proposte progettuali di auto imprenditorialità che ci fanno sentire orgogliosi e fieri di averci creduto”.

“Attualmente, la dotazione finanziaria del Fondo Rotativo Nazionale è di circa 103 milioni di euro – spiega Palmieri -, ripartita come segue: 53 milioni di euro provengono da contributi delle undici Regioni che hanno sinora aderito al Fondo (Lombardia, Emilia-Romagna, Friuli VG, Veneto, Lazio, Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania, Sicilia e Calabria), conferendo quota parte delle risorse del proprio PAR Garanzia Giovani destinate all’autoimprenditorialità. La Regione Campania ha conferito una quota di 18 milioni di euro.

50 milioni di euro provengono invece dal PON SPAO, a titolarità diretta di ANPAL. Altro che storielle. Inviteremo al grande evento che stiamo organizzando con tutti i neo imprenditori di Garanzia Giovani anche il consigliere delegato, e gli faremo spiegare da loro cosa significa puntare tutto su se stessi per costruire qualcosa nella loro terra, vicino alla loro famiglia. Ho cercato fino ad oggi, con senso di responsabilità, di evitare sterili contrapposizioni, ma difronte a simili atti di “superficialità”. Mi corre l’obbligo – conclude poi – di tutelare i cittadini, i giovani, i lavoratori ed i disoccupati campani.”

Lascia un commento

2 × quattro =