Una dieta 100% biologica per purificare l’organismo dagli inquinanti

Due settimane di dieta con alimenti senza pesticidi bastano per ridurre e in alcuni casi azzerare il contenuto di inquinanti rilevabili nel proprio corpo

Con una dieta 100% biologica, a zero pesticidi, è possibile ridurre o addirittura azzerare il contenuto di inquinanti presenti nel proprio corpo. A tale conclusione si è giunti a seguito di un esperimento nell’ambito della campagna #ipesticididentrodinoi promossa da FederBio.

Una famiglia italiana composta da una coppia di genitori e due figli di 7 e 9 anni ha accettato di sperimentare questa dieta per 2 settimane. I componenti della famiglia si sono sottoposti a delle analisi delle urine prima di iniziare la dieta e 15 giorni dopo averla iniziata.

I livelli di contaminazione nelle prime analisi sono risultati molto elevati, mentre nelle seconde si sono rivelati molto bassi ed in alcuni casi, addirittura, sotto i limiti della rilevabilità. Gli esiti dell’80% dei test effettuati hanno quindi confermato l’attendibilità della dieta. I benefici di quest’ultima sono stati particolarmente evidenti nei confronti di alcuni dei pesticidi più utilizzati dall’agricoltura convenzionale quali clorpirifos, piretroidi e glifosato.

Durante la presentazione dei risultati Maria Grazia Mamuccini, portavoce del gruppo #StopGlifosato, ha sottolineato che l’intento dell’ esperimento non era quello di fare una ricerca ma quello di dare una prova dimostrativa. Il medico ed oncologo Patrizia Gentilini ha concluso dicendo che avvelenarsi un po’ meno, alla lunga, porta vantaggi alla salute.

Lascia un commento

quattro × cinque =