Vertenza Itslab, de Magistris al fianco dei lavoratori per evitare il licenziamento

Il Sindaco Metropolitano sulla vicenda dei lavoratori ItsLab: “intervenire con la massima urgenza per impedire che l’azienda ItsLab di Torre Annunziata proceda nei suoi propositi di licenziamento collettivo già avviato per i 91 lavoratori”

Il Sindaco Metropolitano Luigi de Magistris ha chiesto a Governo e Regione un intervento urgente a sostegno degli oltre oltre 150 lavoratori della ItsLab s.r.l. di Torre Annunziata che vivono un momento di estrema e drammatica difficoltà con la concreta ed immediata possibilità di Licenziamenti Collettivi.

I lavoratori sono in sciopero permanente con presidio alla sede di Torre Annunziata dal 17 novembre scorso. “Occorre intervenire con la massima urgenza per impedire che l’azienda ItsLab di Torre Annunziata proceda nei suoi propositi di licenziamento collettivo già avviato per i 91 lavoratori della sede napoletana – ha dichiarato il Sindaco Metropolitano Luigi de Magistris, commentando la disperazione dei lavoratori di Torre Annunziata”.

“Ancora una volta – ha proseguito il sindaco – un’azienda che ha avuto accesso a cospicue forme di finanziamento italiane ed europee previste per le aree di crisi, utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalle leggi riguardanti gli ammortizzatori sociali e che ha anche commesse pubbliche importanti, lascia i lavoratori al limite dell’indigenza e che da oltre otto mesi che non percepiscono alcuna retribuzione né sostegno al reddito.

“Regione e Governo – conclude de Magistris – facciano la loro parte per impedire questo ulteriore disastro. Ci troviamo difronte a lavoratori qualificati che operano nel campo dell’alta tecnologia. Non possiamo consentire che la nostra area metropolitana perda questo polo tecnologico fondamentale per il suo sviluppo”.

La ITSLAB s.r.l. di Torre Annunziata è arrivata a questa situazione dopo circa 10 anni di cassa integrazione. A seguire è stato sottoscritto un contratto di solidarietà con scadenza il 2 dicembre 2017, oltre la quale “il nulla”; da allora niente è stato fatto in termini di programmazione o di ricerca di nuovi clienti; il 17 ottobre l’ItsLab ha prodotto istanza di concordato preventivo per evitare la procedura di fallimento e le sue gravi conseguenze; ciò però ha comportato la decadenza di tutti gli ammortizzatori.

I lavoratori hanno chiesto di attivare un tavolo di concertazione con le istituzioni deputate (Regione e MISE) per la difesa del LAVORO,ricordando che fra le maestranze coinvolte ci sono tecnici di grande qualità con esperienze lavorative ultradecennali (Ingegneri, Matematici, Fisici, Tecnici Qualificati).

Lascia un commento

17 − 7 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.