17enne accoltellato a via Foria, il questore: “Si sta lavorando intensamente”

La madre del ragazzo: le “bestie” volevano ucciderlo senza un motivo

Napoli, 20 dicembre – “Non molleremo e verificheremo tutte le ipotesi per arrivare a individuare gli autori di questo reato” ha affermato il questore di Napoli, Antonio De Iesu, sull’aggressione subita lunedì da un 17ennne in via Foria, accoltellato alla gola e in diverse parti del corpo.

L’aggressione si sarebbe verificata nel pomeriggio del 18 dicembre in via Foria, angolo via Cesare Rosaroll. Il 17enne, ricoverato all’ospedale San Giovanni, è grave ma non in pericolo di vita e la dinamica è ancora in fase di ricostruzione, probabilmente la lite sarebbe scoppiata per futili motivi.

De Iesu parla di “reato gravissimo ai danni di un ragazzo, senza una motivazione neppure di natura criminale, e che è stato consumato da soggetti minorenni”. Sul caso sta lavorando una Sezione della Squadra Mobile.

“Si sta lavorando intensamente, c’è una fortissima attenzione investigativa. Ci sono uomini che lavorano non solo in quanto poliziotti ma anche da padri di famiglia e questo è un valore aggiunto nello stimolo investigativo”. La madre del ragazzo, intervistata da organi di stampa, ha detto che gli aggressori (‘bestie’) volevano ucciderlo senza un motivo, una vittima scelta a caso, forse per una dimostrazione di forza agli occhi di gruppi criminali.

Lascia un commento

cinque × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.