Crotone-Napoli 0-1. Azzurri Campioni d’Inverno

Il Napoli a segno con Hamsik, che arriva a 117 gol con la maglia azzurra

CROTONE (4-3-3): Cordaz; Faraoni (dall’80’ Romero), Simic (dal 46′ Sampirisi), Ceccherini, Martella; Rohden, Barberis (dal 72′ Crociata), Mandragora; Trotta, Budimir, Stoian. All: Walter Zenga.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Allan, Jorginho (dal 76′ Diawara), Hamsik; Callejon, Mertens (dall’88’ Rog), Insigne (dal 66′ Zielinski). All: Maurizio Sarri.

MARCATORI: 17′ Hamsik (N)

ARBITRO: Maurizio Mariani di Aprilia.

Napoli, 29 dicembre – Allo Stadio Ezio Scida il Napoli batte 1-0 il Crotone nell’anticipo della 19esima giornata di Serie A e conquista il titolo simbolico di Campione d’Inverno. Decide la rete di Marek Hamsik, a quota 117 gol in maglia azzurra. Partita complicata per la banda Sarri, perché il Crotone di Zenga ci ha messo l’anima per pareggiarla ed è grazie alle parate di Pepe Reina se non c’è riuscito. Anche il Napoli ha avuto diverse occasioni per chiuderla, ma l’estremo difensore rossoblù, Alex Cordaz, stasera è sembrato particolarmente in forma. Così gli Azzurri sono stati condannati a un finale di sofferenza, reso bello solo dalla conquista dei 3 punti, che permettono alla formazione di Maurizio Sarri di conquistare il titolo simbolico di Campione d’Inverno: un piccolo traguardo nel cammino che può portare allo scudetto, se si pensa che su 82 campionati a girone unico ben 57 volte chi ha vinto tale titolo virtuale si è poi laureato Campione d’Italia. Stasera il Napoli, inoltre, è riuscito a centrare diversi record: ha chiuso l’anno solare con 99 punti (solo la Juventus nel 2016 ha fatto di più con 100 punti, ndr) e con il migliore attacco (ben 96 gol).

Formazione tipo per il Napoli, con Sarri costretto a fare a meno solo di Mario Rui: al suo posto Maggio, con Hysaj schierato a sinistra. Il Crotone parte bene ma si perde con il passare dei minuti e ad avere la meglio è la banda Sarri, che passa in vantaggio al 16′ minuto con un rasoterra di sinistro di Hamsik, sul quale Cordaz per poco non arriva. La formazione di Zenga fa un gran pressing ma commette troppi errori tecnici e così il Napoli continua a fare il bello e il cattivo tempo, andando vicino al raddoppio al 35′ con un tiro di Lorenzo Insigne da distanza ravvicinata: questa volta Cordaz vola e si rifugia in angolo.

Nella ripresa è un Crotone ancora più aggressivo: i giocatori rossoblù sembrano avere un’energia inesauribile. Al 61′ Trotta va vicino al gol approfittando di un passaggio sbagliato di Reina a Hysaj: il portiere spagnolo rientra giusto in tempo tra i pali e manda la palla in angolo. Al 63′ grande occasione per il Napoli, con Insigne che calcia dal limite dell’area: traversa piena, sulla ribattuta tiro di Callejon ma Cordaz si oppone. Altra occasione per gli Azzurri all’87’ con un gran tiro di Diawara da fuori area: la risposta di Cordaz è splendida e il risultato rimane invariato. Il Napoli a quel punto ha provato a gestirla, non senza brividi nel finale per un contatto dubbio di Maggio su Ceccherini: guardando le immagini si evince che il fallo è stato commesso dal calciatore rossoblù, che ha cercato il contatto spingendo l’avversario. Il triplice fischio è una liberazione per il Napoli, che può godersi il titolo virtuale di Campione d’Inverno.

FOTO: tratta da ansa.it

Lascia un commento

5 × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.