Napoli-Verona 2-0. Gli Azzurri si confermano in testa alla classifica

Gol nella ripresa di Koulibaly e Callejon

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol (dal 40′ s.t. Maksimovic). Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik (dal 31′ s.t. Zielinski); Callejon, Mertens, Insigne (dal 41′ s.t. Rog). All. Sarri

VERONA (4-2-3-1): Nicolas; Ferrari, Caracciolo, Herteaux, Caceres; Buchel, Bessa (dal 31′ s.t. Calvano); Verde (dal 37′ s.t. Felicioli), Rómulo, Fares; Kean (dal 13′ s.t. Pazzini). All. Pecchia

MARCATORI: Koulibaly 20′, Callejon 33′ s.t.

ARBITRO: Abisso di Palermo

Napoli, 6 gennaio – Il Napoli batte 2-0 il Verona al San Paolo nel match valido per la 20esima giornata di Serie A, si conferma al vertice della classifica e allunga momentaneamente la distanza con la Juve, che giocherà stasera il posticipo col Cagliari. Quella che sulla carta doveva essere una partita abbastanza semplice, confrontandosi la prima della classe contro la penultima, si è rivelata per la banda Sarri più complicata del previsto. Dopo due pali e tante occasioni fallite è toccato a Kalidou Koulibaly sbloccare il risultato nel secondo tempo, anticipando tutti di testa sul corner calciato da Mertens. Poi Callejon ha firmato il 2-0, con una scivolata in corsa dopo aver ricevuto un bellissimo assist da Insigne.

Formazione tipo quella scelta da Maurizio Sarri, mentre il tecnico degli scaligeri Fabio Pecchia ha presentato una formazione con Bessa in mediana, Verde ala sinistra e Romulo dietro Kean, nel tentativo di coprire maggiormente le fasce: tentativo che alla fine è risultato vano. Buon inizio di partita del Napoli, con il Verona che nei primi minuti riesce a contenere gli attacchi. La prima vera occasione gol della banda Sarri al 16′, quando il portiere del Verona, Nicolas, sbaglia il tempo dell’intervento sul cross di Insigne e permette a Mertens di andare al tiro: palo pieno e il Verona si salva. Il belga ci riprova altre due volte a distanza di un minuto, ma non trova il gol grazie all’intervento di Nicolas prima e poi per una brutta conclusione. Al 21′ Insigne prova il tiro a giro dalla lunga distanza ma la sua conclusione termina fuori di un nulla. Il Napoli ha altre buone occasioni ma non riesce a concretizzare e così si va negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Al 58′ un altro palo per il Napoli, questa volta beccato da Insigne, che dopo aver ricevuto da Callejon, ha provato a sorprendere Nicolas con un colpo di testa. Al 66′ calcio d’angolo calciato da Mertens e Napoli in vantaggio con Koulibaly, lesto ad anticipare tutti di testa. Proteste da parte dei giocatori del Verona, di Pecchia e del vice allenatore Corrent per un presunto fallo in area di rigore, che portano all’ammonizione di Caceres e all’espulsione del tecnico degli scaligeri e del suo secondo. Al 78′ Insigne serve Callejon, che tutto solo davanti alla porta si allunga in scivolata e firma il raddoppio del Napoli. All’83’ primo tiro del Verona all’indirizzo di Reina, che riesce a bloccare in due tempi il tiro di Pazzini. Al 92′ Napoli vicino al tris con l’ex Jorginho: Nicolas è attento e devia in angolo. Al triplice fischio i giocatori del Napoli vanno a salutare i 45mila supporter presenti al San Paolo: gli Azzurri iniziano il girone di ritorno nel migliore dei modi e si confermano primi in classifica.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

due × cinque =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.