Sette Carnevali uniti per la grande tradizione d’Irpinia: arriva l’edizione 2018 di Princeps

Sette Carnevali uniti per la grande tradizione Irpina, sabato 3 e domenica 4 febbraio torna il folclore autentico con “Princeps Irpino – Carnevali Irpini Uniti” due eventi per promuovere il patrimonio culturale della provincia di Avellino

Due eventi dedicati ad una delle tradizioni più importanti d’Europa, due eventi che puntano a valorizzare il folclore irpino attraverso la memoria ed il divertimento. Al via il cartellone ideato e promosso dall’associazione Carnevale Princeps Irpino – Carnevali Irpini Riuniti, che come ogni anno si pone l’obiettivo di raccogliere le più significative espressioni di una delle tradizioni di maggiore suggestione della provincia di Avellino: il Carnevale.

Il programma prevede sabato 3 febbraio, a Forino, alle ore 10.30, presso la sala della scuola elementare di Petruro di Forino l’incontro “I bambini e la tradizione”, appuntamento di confronto con gli studenti per far conoscere le tradizioni legate al Carnevale, la storia e la memoria, il significato della festa, il suo valore culturale. Un incontro diventato ormai un punto fisso di Carnevale Princeps Irpino con l’obiettivo di trasmettere alle nuove generazioni il patrimonio culturale così importante legato al Carnevale.

Domenica, 4 febbraio, appuntamento a Montemarano. Il raduno è per le ore 12.00: in programma il pranzo comunitario (info e prenotazioni 329.3154890) che si svolgerà presso la Piazzetta del Gusto del Carnevale di Montemarano. Parteciperanno all’iniziativa il Carnevale di Montemarano, il Carnevale di Castelvetere sul Calore, la Zeza di Mercogliano, la Mascarata di Rivottoli di Serino, la Zeza di Capriglia Irpina, O’ ballo o’dreccio di Forino, A Zeza co’n’dreccio ’ll’antico nun more di Borgo di Montoro. Alle ore 15.00 i saluti dei presidenti e dei sindaci di tutti i Carnevali e dei Comuni presenti e, alle ore 15.30, via alla sfilata lungo le strade di Montemarano.

“Lo spirito di Princeps – spiega Roberto D’Agnese, ideatore dell’associazione Princeps e direttore artistico – è rimasto immutato. Il nostro obiettivo è dare vita ad una visione unitaria, pur nelle differenze, del Carnevale irpino, promuovendo forme di collaborazione tra tutti coloro che nelle singole realtà tengono viva la tradizione del Carnevale. E’ con questo spirito che siamo riusciti ad ottenere grandi riconoscimenti, come quello dello scorso anno, a Roma, al Parco della Musica, che ci ha dato grande visibilità su una ribalta nazionale così prestigiosa”.

Lascia un commento

11 − cinque =