Elezioni politiche 2018, de Magistris: “Sono un battitore libero, pungolerò”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, critica la campagna elettorale. Sul Rosatellum: “Non consentirà di esprimere una maggioranza”

Napoli, 30 gennaio – “Non facendo campagna elettorale da oggi sono un battitore libero. Il mio ruolo sarà di pungolare le forze politiche sui temi che ci sono a cuore e che non si vedono nei programmi e non si ascoltano nella competizione”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine della seduta odierna del Consiglio comunale, commentando le campagna elettorale per le Elezioni politiche 2018. Secondo il primo cittadino ci si trova ad assistere a una campagna iniziata “in modo molto asfittico. Una campagna mediatica e propagandistica”.

“Fino ad ora – ha aggiunto – l’unica certezza è che il Rosatellum non funziona, perché le candidature sono state scelte nelle stanze di chi ha la direzione apicale dei partiti e dei movimenti e ne sono prova le polemiche che ci sono state sia nel Partito Democratico che nei 5 Stelle e nel Centrodestra. Questa legge non consentirà di esprimere una maggioranza”.

Il primo cittadino, durante il Consiglio comunale di oggi, ha anche criticato le parlamentari e consigliere comunali di opposizione Valeria Valente (Pd) e Mara Carfagna (FI). “Da loro arrivano solo polemiche sterili. Dispiace che non siano state presenti in aula, ma evidentemente sono già impegnate nella loro campagna elettorale”, ha affermato de Magistris, rammaricandosi della loro mancata presenza, visto che la seduta odierna sull’attuazione del programma era stata richiesta proprio dalle opposizioni.

“Mi auguro che da chi siederà nel prossimo Parlamento arrivi per la città di Napoli un contributo più costruttivo di quello messo in campo da chi è stato parlamentare in questi sette anni da cui amministro la città”, ha concluso il sindaco.

Lascia un commento

diciannove − 18 =