Consiglio comunale di Quarto, si dimettono sei consiglieri. Il sindaco: “Lunedì la sospensione”

Il primo cittadino del Comune flegreo: “La situazione è particolare”

Napoli, 3 febbraio – Il 30 gennaio sei consiglieri si sono dimessi dal Consiglio comunale di Quarto. Si tratta di Enrico Alborino, Antonio Brescia, Gabriele Di Criscio, Vincenzo Di Pinto, Brigida Giaccio e Francesco Passaro. Le loro dimissioni hanno portato il numero di consiglieri in carica a 11, più il sindaco Rosa Capuozzo. Un numero inferiore alla maggioranza assoluta sui 24 eletti a giugno di tre anni fa. Per questa ragione, il prefetto di Napoli Carmela Pagano, ha sospeso il Consiglio comunale e nominato il vice prefetto vicario Demetrio Martino, incaricandolo della provvisoria amministrazione dell’Ente.

“Il 30 gennaio, dopo le dimissioni dei consiglieri, ho chiesto un parere al Ministero sul corretto funzionamento dell’assise. Al momento a noi non è pervenuta ancora la sospensione che sicuramente arriverà lunedì, ma abbiamo ricevuto il parere del Ministero con delle sentenze del Tar, due in particolare, che dicono che il Consiglio comunale in astratto non può funzionare se non viene convocato secondo il regolamento in prima seduta con numero di consiglieri adatto”, ha affermato il primo cittadino del Comune flegreo, come riportato dalla testata Napolitoday.

“È una situazione un po’ particolare perché da Testo Unico degli Enti Locali è possibile convocarlo, ma da regolamento del nostro Consiglio comunale non è possibile perché viene richiesto un terzo del numero di seggi quindi 12 più 1 consiglieri”, ha concluso il sindaco.

Lascia un commento

18 + quattordici =