Benevento-Napoli 0-2. Gli Azzurri vincono il derby e si riprendono il primo posto

Controsorpasso del Napoli sulla Juve grazie ai gol di Mertens e Hamsik

BENEVENTO (4-3-3): Puggioni; Letizia, Djimsiti, Costa, Venuti; Cataldi, Sandro (dal 38′ s.t. Del Pinto), Dijrucic (dal 22′ s.t. Memusahj); Brignola (dal 18′ s.t. Coda), Guilherme, D’Alessandro. All. De Zerbi

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho (dal 33′ s.t., Hamsik (dal 24′ s.t. Zielinski); Callejon, Mertens (dal 32′ s.t. Rog), Insigne. All. Sarri

MARCATORI: Mertens al 24′ p.t; Hamsik 1’st

ARBITRO: Di Bello di Brindisi

Benevento, 4 febbraio – Allo Stadio Ciro Vigorito il Napoli batte 2-0 il Benevento grazie ai gol di Mertens e Hamsik e si riprende il primo posto, effettuando il controsorpasso sulla Juve, che quest’oggi era balzata al vertice grazie al successo per 7-0 col Sassuolo. Il derby campano per gli Azzurri si è rilevato più ostico del previsto, visto il buono stato di forma dei sanniti, rinvigoriti anche dagli innesti del mercato di riparazione. Col passare dei minuti la qualità del Napoli ha prevalso, perché la banda Sarri è riuscita a sfruttare le poche disattenzioni commesse dai giallorossi. Né dopo il gol di Mertens e né dopo il 2-0 firmato da Hamsik, il Benevento ha cambiato il suo atteggiamento tattico molto difensivo: troppo poco per tentare di riaprire la gara, serviva più coraggio anche se questo avrebbe portato probabilmente il Napoli a dilagare.

Buon inizio del Benevento, per nulla impaurito dell’avversario, a dispetto dei 50 punti che separavano in classifica le due formazioni. I sanniti si rendono pericolosi prima con una conclusione di Djuricic e poi di Guilherme. Il Napoli risponde con un pallonetto di Insigne, sfortunato nel prendere la traversa. Poco dopo gli Azzurri hanno un’altra occasione con Hamsik, ma il tiro del capitano, a due passi dalla porta, è completamente fuori misura. Tocca a Mertens sbloccare il risultato: taglio perfetto di Allan per il belga, che con un colpo da biliardo disegna una traiettoria imparabile per Puggioni. La reazione del Benevento tarda ad arrivare, ma i sanniti dimostrano di essere ancora in partita e fanno tremare gli Azzurri al 40′, quando Brignola serve Djuricic, che non trova la porta per un nulla.

A inizio ripresa il Napoli trova subito il raddoppio con Marek Hamsik su suggerimento di Callejon. Il Benevento non cambia il suo atteggiamento tattico: i sanniti restano dietro la linea della palla. Al 10′ l’arbitro Di Bello concede un rigore al Benevento per un fallo di Koulibaly su Costa, poi annullato con il VAR per il fuorigioco di Sandro. Al 29′ brutto fallo da dietro di Djimsiti su Mertens: il belga cerca di restare in campo ma subito dopo è costretto a chiedere il cambio. All’80’ gran botta da fuori di Letizia, ma la sua conclusione è leggermente alta e sorvola la traversa. Al 93′ Callejon ha l’occasione per il tris, ma a due passi dalla porta la spreca malamente. Buona iniziativa di Rog, che allo scadere del recupero ci prova da fuori area: Puggioni non si fa sorprendere.

FOTO: tratta da ansa.it

Lascia un commento

3 × 4 =