Crollo Pd in Campania: la segretaria regionale Tartaglione si dimette

Solo 9 gli eletti, i Dem al minimo storico si fermano al 13%

Napoli, 6 marzo – La segretaria del Pd regionale della Campania, Assunta Tartaglione, ha presentato le proprie dimissioni nel corso della segreteria regionale che si è svolta oggi a Napoli. A determinare le dimissioni di Tartaglione, la sconfitta elettorale del Pd in Campania che si ferma al 13,1% dei voti alla Camera dei Deputati e al 13,7% al Senato. La stessa Tartaglione, parlamentare uscente, non è stata rieletta.

In tutto il Pd elegge 9 parlamentari: 6 alla Camera e 3 al Senato. E sono: il sottosegretario alla giustizia Gennaro Migliore, il pediatra Paolo Siani, il consigliere regionale della Campania Raffaele Topo, il figlio del governatore Piero De Luca, il sottosegretario ai trasporti Umberto del Basso de Caro e il ministro dell’interno, Marco Minniti, che potrebbe lasciare il seggio al vicesindaco di Salerno, Eva Avossa. Restano a casa Assunta Tartaglione, la responsabile mezzogiorno Pd, Stefania Covello.

Al Senato scatta un seggio per Valeria Fedeli, Gianni Pittella, e per Matteo Renzi. Quest’ultimo è stato eletto nell’uninominale in Toscana e dovrebbe lasciare il posto alla parlamentare uscente Valeria Valente. Non sono stati eletti il deputato uscente Massimiliano Manfredi e il sottosegretario agli Esteri Vincenzo Amendola ed il presidente del Pd campano, Stefano Graziano.

Lascia un commento

diciotto − uno =