Anm nel caos, si dimette l’amministratore unico Ciro Maglione

Si apre la successione alla guida dell’azienda sull’orlo del fallimento

Napoli, 8 marzo – Ciro Maglione, amministratore unico Anm, l’azienda di mobilità cittadina, ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico. Dopo i contrasti con il sindaco de Magistris ha firmato la lettera delle dimissioni e getta la spugna aprendo la corsa alla sua successione.

L’azienda è gravata da 160 milioni di debiti ed è sottoposta al controllo del Tribunale avendo aderito al concordato preventivo. Maglione aveva preso il posto dell’ingegner Ramaglia solo 10 mesi fa. Il suo predecessore aveva deciso di non presentare domanda per il secondo mandato in Anm “perché non ci sono le condizioni per risanare l’azienda”, aveva dichiarato.

Lascia un commento

10 − quattro =