Napoli-Genoa 1-0. Gli Azzurri si portano a -2 dalla Juve

Al San Paolo decide un gol di Albiol

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Rui; Allan, Jorginho, Hamsik (20′ pt Zielinski); Callejon (41′ st Rog), Mertens (37’ st Milik), Insigne. All: Sarri.

GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Rosi (33’ st Rossi), Lazovic (17’ Taarabt), Bertolacci, Hiljemark, Laxalt; Pandev (22’ st Rigoni), Galabinov. All: Ballardini.

MARCATORE: 27’ st Albiol.

ARBITRO: Pasqua della sezione di Tivoli.

Napoli, 18 marzo – Il Napoli batte 1-0 il Genoa nel posticipo serale della 29esima giornata del campionato di Serie A. Decide la gara un gol di testa di Albiol su azione d’angolo. La vittoria permette agli Azzurri di accorciare il distacco dalla Juve capolista, ora avanti di sole due lunghezze, quando mancano 9 partite dal termine della stagione. Al San Paolo la banda Sarri domina la gara, perché i rossoblù riescono a fare qualcosina solo nel primo tempo, poi è solo Napoli. Dopo diverse azioni da gol e due pali (uno di Insigne, l’altro di Mertens), a trovare la deviazione vincente in rete per gli Azzurri è Albiol al ’73. Nonostante il vantaggio, il Napoli continua ad attaccare a testa bassa per chiudere la partita, ma il raddoppio non arriva. Poco male, quello che conta è aver conquistato tre punti preziosi per la lotta scudetto.

Pressing alto in avvio da parte degli ospiti, che mette non poco a dura prova la banda Sarri. Nonostante il pressing asfissiante, al 15’ il Napoli sfiora il vantaggio con un tiro a giro di Mertens, di poco fuori la sua conclusione. Il Genoa prova a rispondere con Spolli al 33’ su azione d’angolo, il suo colpo di testa termina fuori di pochissimo. Il Napoli si salva e al 39’ ha una grande occasione con Allan, ma il suo tiro è alto e va oltre la traversa. Al 43’ ci prova Insigne di testa, ma becca il palo: Napoli sfortunato, meriterebbe il vantaggio ma la palla sembra non voler entrare.

Nella ripresa il Napoli continua ad attaccare a testa bassa. Al 59’ tiro dal limite dell’area di Mertens, ma ancora una volta il palo nega il gol agli Azzurri. I giocatori del Genoa giocano tutti dietro la linea della palla e puntano sul contropiede. Al 64’, un passaggio sbagliato di Mario Rui permette ai rossoblù di conquistare palla e andar via in contropiede, la conclusione di Taarabt è da dimenticare e Reina non ha problemi a far sua la palla. La partita si sblocca al 73’, con Albiol che svetta di testa su azione d’angolo e porta il Napoli in vantaggio. All’86’ contropiede del Napoli con Milik e Insigne, quest’ultimo va alla conclusione con Perin ormai battuto, ma si vede negare il gol da Biraschi, che salva a pochi passi dalla linea di porta. Al triplice fischio il San Paolo è in festa, ora la Juve è più vicina.

Lascia un commento

1 + tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.