Gli studenti di Ponticelli reclamano diritti per le periferie, dal lavoro all’ambiente

Il Sabato delle Idee ha avviato all’Istituto Sannino-De Cillis il suo viaggio itinerante tra le scuole delle periferie napoletane

Napoli, 25 marzo – Un mese di studio, 500 studenti coinvolti, 25 lavori multimediali prodotti. Sono i numeri del progetto sui valori della Costituzione realizzato da “Il Sabato delle Idee”, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Campania, con l’Istituto Scolastico Tecnico-Professionale “Sannino-De Cillis” di Napoli. Sabato la presentazione dei lavori nell’auditorium dell’Istituto di Ponticelli in occasione dell’incontro del Sabato delle Idee dedicato ai 70 anni della Costituzione Italiana. Un lavoro incentrato in particolare sull’uguaglianza sostanziale dei cittadini e sul compito dello Stato di promuovere lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica e di garantire la tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione (art.3 e art.9 della carta costituzionale).

“L’impegno appassionato dei giovani di Ponticelli sui valori fondanti della nostra Costituzione ci dà una grande speranza per il futuro di Napoli e del Paese in un momento molto delicato a livello istituzionale”. Così il fondatore del Sabato delle Idee, Marco Salvatore, ha aperto la discussione sottolineando come “l’investimento sulla formazione dei giovani delle periferie sia un investimento imprescindibile per lo sviluppo economico e culturale dell’intera città”.

Una riqualificazione materiale e immateriale delle periferie urbane napoletane invocata anche nell’intervento di Paolo Pisciotta, dirigente scolastico dell’Istituto Sannino-De Cillis. “Periferie che possono e debbono rappresentare il centro dellavoro delle istituzioni formative della città in un nuovo percorso di pedagogia della cittadinanza attiva che parta proprio dai valori di partecipazione democratica sanciti dalla nostra carta costituzionale”, ha evidenziato il Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro. Con le Università napoletane che iniziano ad insediarsi concretamente anche nelle periferie urbane della città come ha ricordato il Pro Rettore dell’Università Federico II di Napoli, Arturo De Vivo, sottolineando l’importante lavoro dell’Ateneo napoletano avviato a San Giovanni a Teduccio con l’Academy Apple e auspicando la velocizzazione dei lavori di realizzazione della Facoltà di Medicina a Scampia.

Al centro della giornata soprattutto i lavori dei ragazzi che hanno tradotto gli obiettivi sanciti negli art.3 e 9 della Costituzione in 25 lavori dalle forme più svariate. A cominciare dalla poesia, passando per la canzone per finire ad un gioco da tavolo, con molti dei lavori che avevano la forma di video. Quattro i premi speciali con altrettanti assegni da investire in cultura e formazione. Tre provenienti dalla Fondazione Salvatore e uno dalla Fibart, la Fondazione Ingegneri, Beni Culturali, Arte e Tecnologia.

Dopo l’appuntamento di Ponticelli il percorso del Sabato delle Idee attraverso le scuole della periferia di Napoli proseguirà sabato 12 maggio all’Istituto Tecnico “Galileo Ferraris” di Scampia per tornare a parlare dell’abbattimento delle vele e del progetto “Restart Scampia”. Sabato 21 aprile, invece, “Il Sabato delle Idee” farà tappa all’Università Suor Orsola Benincasa per parlare di teatro con l’intervento del regista Mario Martone.

Lascia un commento

due × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.