Napoli-Chievo 2-1. Grazie a Milik e Diawara il Napoli può continuare a credere nello scudetto

Il Napoli batte il Chievo in rimonta. Al gol di Stepinski rispondono Milik e Diawara negli ultimi minuti della gara. Grazie a questa vittoria gli Azzurri si riportano a -4 dalla Juve

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Tonelli, Koulibaly, Mario Rui; Allan (25’ st Zielinski), Diawara, Hamsik (19’ st Milik); Callejon, Mertens (50’ st Rog), Insigne. Allenatore: Sarri

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Tomovic, Bani, Gobbi; Bastien, Radovanovic, Rigoni; Giaccherini (37’ st Leris); Meggiorini (7’ st Stepinski), Inglese. Allenatore: Maran

MARCATORI: 28’ st Stepinski (C), 44’ st Milik (N), 48’ st Diawara (N)

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

Napoli, 8 aprile – La lotta scudetto non è affatto conclusa, il Napoli può ancora crederci. Grazie alla vittoria per 2-1 sul Chievo, firmata in rimonta da Milik e Diawara, gli Azzurri si riportano a -4 punti in classifica dalla Juve, che ieri era temporaneamente volata a più 7 dopo il successo col Benevento. Nonostante una prestazione al di sotto delle proprie possibilità, un rigore sbagliato da Mertens e un gol di svantaggio, il Napoli porta a casa i tre punti e lo fa nel giro di pochi minuti grazie a due riserve. La dimostrazione di forza da parte di Milik e Diawara suggerisce a Sarri un loro maggiore impiego nelle poche gare che mancano da qui alla fine del campionato. Chissà che le riserve, infatti, non possano risultare fondamentali per lotta scudetto.

Nel primo tempo manovra lenta e prevedibile del Napoli, che dimostra ancora una volta il netto calo fisico già intravisto nelle ultime gare. Oltre a questo fattore la pressione psicologica sugli Azzurri, chiamati a rincorrere la Juve, è sembrata evidente. Pur facendo un grande possesso palla il Napoli non è quasi mai riuscito a superare la trequarti avversaria e Sorrentino è stato poco impegnato per i diversi tiri fuori dallo specchio della porta calciati dagli Azzurri.

Nella ripresa il Napoli ha provato a scuotersi e si è reso subito pericoloso con Insigne. Ma l’occasione più ghiotta se l’è procurata poco dopo Mertens, facendosi atterrare da Depaoli all’interno dell’area di rigore. Tuttavia Sorrentino è riuscito ad intuire la traiettoria negando al belga il gol dagli 11 metri. Successivamente l’estremo difensore dei clivensi si è reso protagonista di altre grandi parate. Niente ha potuto fare Reina per evitare il gol di Stepinski al 73’, lasciato libero di calciare in porta dalla coppia Tonelli-Koulibaly. Quando la partita sembrava ormai segnata Sarri ha deciso di mandare in campo Milik. Suo il gol del pari all’88’ su assist di Insigne. Poi è arrivato nell’ultimo minuto di recupero il gol di Diawara, riserva fissa quest’oggi in campo per sostituire lo squalificato Jorginho. Grazie ai gol firmati da Milik e Diawara il Napoli può continuare a credere nello scudetto.

Lascia un commento

sei + dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.