Napoli-Udinese 4-2. Azzurri a -4 dalla Juve e domenica c’è lo scontro diretto

Al San Paolo gol di Insigne, Albiol, Milik e Tonelli. Per i friulani a segno Jankto e Ingelsson

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Tonelli, Mario Rui; Zielinski, Diawara, Hamsik (dal 12′ s.t. Mertens); Callejon (dal 37′ s.t .Rog), Milik (dal 29′ s.t. Allan), Insigne. All. Sarri.

UDINESE (3-5-1-1): Bizzarri; Nuytinck, Danilo (dal 31′ s.t. De Paul), Samir; Zampano, Barak, Balic, Ingelsson, Pezzella (dal 14′ s.t. Alì Adnan); Jankto (dal 32′ s.t. Widmer); Perica. All. Oddo.

MARCATORI: al 41′ Jankto (U), al 47′ p.t. Insigne (N); al 10′ Ingelsson (U), al 19′ Albiol (N), al 25′ Milik (N), al 30′ s.t. Tonelli (N)

ARBITRO: Calvarese di Teramo.

Il Napoli batte 4-2 l’Udinese al San Paolo e si porta a -4 in classifica dalla Juve, che stasera è stata fermata dal Crotone sul risultato di 1-1. Gli Azzurri, se mai ce ne fosse bisogno, dimostrano che la lotta scudetto non è affatto chiusa, anche perché domenica all’Allianz Stadium ci sarà lo scontro diretto. Una gara che sarà fondamentale per la banda Sarri, perché con una vittoria le possibilità per il tricolore crescerebbero enormemente, considerando che i bianconeri nelle ultime gare del campionato dovranno affrontare anche Inter, Milan e Roma. Tutto fattibile insomma, ma il Napoli deve crederci e deve osare di più di quanto fatto finora, perché anche contro l’Udinese si è vista una squadra in difficoltà. I friulani sono passati prima in vantaggio con Jankto e, dopo il pari di Insigne, hanno segnato con Ingelsson. Poi le notizie provenienti da Crotone e la grande spinta del San Paolo hanno suonato la sveglia e il Napoli dopo aver pareggiato con Albiol ha dilagato con Milik e Tonelli.

Parte bene il Napoli, con Hamsik e Insigne che costringono Bizzarri a due parate nel primo quarto d’ora di gioco. Col passare dei minuti l’intensità degli Azzurri cala e al 41’ l’Udinese passa in vantaggio: cross di Zampano, con Mario Rui che riesce solo a sfiorare e Jankto che tutto solo davanti la porta non ha problemi a segnare. Dopo appena 5 minuti controllo a smarcarsi di Insigne in area di rigore e palla nell’angolino per il gol dell’1-1.

Al 55’ assist di Zampano per Ingelsson e l’Udinese passa nuovamente in vantaggio. Sarri decide di far entrare Mertens e passare al 4-2-3-1 mentre arriva anche la notizia del pari del Crotone contro la Juve. Gli Azzurri finalmente iniziano a giocare e trovano il 2-2 con un gran colpo di testa di Albiol su calcio d’angolo. Al 70’ Callejon impegna Bizzarri, che riesce a respingere in qualche modo ma non può niente sul tiro di Milik, appostato a pochi passi dalla porta. Dopo cinque minuti il Napoli cala il poker su azione d’angolo, stavolta è Tonelli a svettare più in alto di tutti. L’Udinese prova a rientrare in partita e colpisce un legno con Perica. Al Napoli non resta che controllare fino al triplice fischio, la lotta scudetto ora è di nuovo aperta.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

5 × 1 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.