Movida violenta a Napoli: accoltellati ai baretti di Chiaia, 3 arresti

Una delle vittime dell’aggressione ha dichiarato: “Mentre mi picchiavano, uno di loro gridava di accoltellarmi”

Napoli – Due giovani appena ventunenni sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio di due coetanei. L’aggressione è avvenuta nella notte del 7 gennaio scorso nella zona della movida dei baretti di Chiaia. Tutto è cominciato quando due ragazzi e una ragazza sono stati infastiditi da un ubriaco. La ragazza è stata molestata e uno dei due giovani lo ha colpito con un pugno. A quel punto, i due ragazzi sono stati circondati da circa quindici persone che intimavano loro di allontanarsi. Ma questo non ha evitato l’aggressione in via Carducci. Le vittime sono state colpite con numerose coltellate ed in particolare una delle due ha rischiato gravemente la vita.

Un terzo soggetto è stato destinatario della misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiano alla polizia giudiziaria per il reato di favoreggiamento personale.

La polizia è risalita agli indagati grazie alle telecamere di sicurezza. Sono state eseguite inoltre delle indagini sul materiale biologico trovato nelle abitazioni degli aggressori. L’estrapolazione del profilo genetico ha rafforzato il quadro indiziario che ha portato la Polizia ad arrestare i due giovani. È stato infatti trovato il sangue di una delle vittime su un giubbotto sequestrato da uno degli indagati.

Lascia un commento

20 − 14 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.