Napoli, cumuli di rifiuti e cassonetti strabordanti

A Mergellina, “sul lungomare più bello del mondo”, il ritorno della monnezza aspettando il big match di questa sera

Napoli, 22 aprile – Cassonetti strabordanti di rifiuti e cumuli di buste della spazzatura sui marciapiedi, in pieno centro cittadino, a due passi dall’imbarco degli aliscafi a Mergellina.

Scene che non si vedevano da tempo e che non avremmo voluto vedere più. Oggi è la Giornata mondiale della Terra e la ricordiamo con un monumento alla inciviltà e alla cattiva gestione del servizio di nettezza urbana che tra mille difficoltà, in questi ultimi anni, comunque aveva in qualche modo retto.

Sul lungomare, come in una sagra di paese, tra trenini festanti e palloncini colorati, sui marciapiedi occupati da bancarelle di merce contraffatta e venditori abusivi di varie nazionalità, ci si imbatte in sportivi della domenica che pur di allenarsi sfidano, sdraiandosi su tappetini stesi, il cattivo odore dei marciapiedi del lungomare “liberato”.

Ma il sole splende radioso su Napoli e i bambini giocano felici a pallone tra i passanti, mentre i parcheggiatori abusivi gongolano per i ricchi introiti della giornata di festa.

Qualora vi venisse un languorino, nessun problema, potrete scegliere tra zucchero filato, pannocchie bollite da improvvisati venditori e i classici taralli ‘nzogne e pepe. E così Napoli e i napoletani vivono sereni l’attesa del big match Juve-Napoli di questa sera. Buona domenica.

Lascia un commento

5 − tre =