Pompei@Madre, la mostra raccontata dal direttore del parco archeologico

Visita straordinaria con il direttore del Parco archeologico di Pompe

Uno sguardo d’eccezione sulla mostra Pompei@Madre, l’archeologia in relazione al contemporaneo spiegata da Massimo Osanna – direttore del Parco Archeologico di Pompei, in una visita straordinaria in programma mercoledì 25 aprile alle ore 17,00 presso il Museo Madre, per il Curator’s Tour.

A  meno di una settimana dalla chiusura della sezione Pompei@Madre – Materia archeologica allestita al terzo piano del Museo Madre, il Direttore del Parco archeologico di Pompei – curatore della Mostra assieme ad Andrea Viliani, Direttore generale del MADRE – guiderà i visitatori alla scoperta  delle molteplici relazioni tra patrimonio archeologico e ricerca artistica, che la mostra ha voluto mettere in risalto. Una passeggiata tra materiali archeologici di provenienza pompeiana e opere di artisti contemporanei che, messi a confronto, rivelano quanto l’antica città  fin dalla sua scoperta nel XVII secolo, abbia influenzato le arti e le culture di ogni epoca fino ai nostri giorni.

Oggi questa forte presenza di Pompei sul nostro tempo si avverte ancor di più, perché si è in una stagione di nuovi scavi e ricerche sul campo che stanno portando alla luce strutture, affreschi, reperti della vita quotidiana che, oltre a contribuire alla ricerca scientifica e a ridefinire la storia di Pompei, regalano emozioni uniche. E il direttore Osanna, protagonista di questo momento unico di trasformazione del sito archeologico, è testimone d’eccezione di questa forte prossimità tra archeologia e contemporaneità.

La partecipazione alla visita, su prenotazione obbligatoria, è gratuita fino ad esaurimento posti disponibili. L’evento sarà raccontata attraverso i social network del Museo Madre e del Parco archeologico di Pompei, nell’ambito dell’ iniziativa Invasioni digitali (#PompeiMadre)

La Mostra articolata  nelle due sezioni Pompei@Madre.Materia archeologica (terzo piano) fino  il 30 aprile, e Pompei@Madre. Materia archeologica: le collezioni (ingresso e primo piano) in programma fino al 24 settembre 2018, coinvolge più di 90 artisti e intellettuali moderni e contemporanei, da Johannn Wolfgang Goethe a da François-René de Chateaubriand a Le Corbusier.

Lascia un commento

quindici − dieci =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.