Agguato di camorra al Rione Conocal: un morto ed un ferito

Nel quartiere di Ponticelli si torna a sparare, muore un 19enne sparato alla schiena

Napoli, 27 aprile – Poco prima delle 20 di ieri, in via al Chiaro di Luna, nel Rione Conocal, un giovane diciannovenne è stato ucciso da un colpo di arma da fuoco alla schiena. Emanuele Errico, così si chiamava il ragazzo, è morto dopo essere stato trasportato all’ospedale di Villa Betania.

Era insieme ad un amico, il trentenne Rosario Ciro Denaro, originario di Volla, rimasto ferito alla gamba sinistra. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri sembrerebbe che Errico, evaso dagli arresti domiciliari ottenuti per spaccio di stupefacenti, si sia reso conto di ciò che stava accadendo e perciò abbia cercato di scappare dirigendosi verso l’interno delle palazzine.

Conosciuto nel rione Conocal col soprannome di ‘Pisellino’, è ricordato per la sua vicinanza a Mariano Abbagnara e Antonio Minichini (quest’ultimo ucciso in un agguato di camorra): lo stesso Errico era stato coinvolto nell’ indagine che aveva portato in carcere proprio Abbagnara, nel maxi-blitz che nel giugno 2016 decapitò la cupola della cosca del Conocal.

La ricostruzione certa, ancora al vaglio degli inquirenti, è stata affidata ai carabinieri della compagnia di Poggioreale.

Lascia un commento

14 + 20 =