Comdata, lavoratori in sciopero per scongiurare 60 licenziamenti

Sciopero nazionale indetto unitariamente dai sindacati confederali, adesione oltre 80%, con picchi che arrivano anche al 100% a Pozzuoli e Padova

Napoli, 19 maggio –  Massiccia adesione alla sciopero nazionale dei lavoratori Comdata in tutti i centri d’Italia con percentuale di adesione oltre 80%, con picchi che arrivano anche al 100% nei due centri interessati alla procedura di licenziamento, Pozzuoli e Padova.

Pozzuoli risponde con un girotondo dei lavoratori lungo il perimetro dello stabile aziendale con magliette su scritte  “Comdata fatturato da milioni giù le mani da Pozzuoli” , si sono stretti a difesa simbolica per la tutela del lavoro.

“La risposta dei lavoratori di Comdata è stato un messaggio chiaro all’Azienda, ovvero che il tentativo di dividere la platea lavorativa tra chi sarà interessato ai licenziamenti e chi invece no è miseramente fallito – afferma il segretario della Uilcom Campania Massimo Taglialatela – ora la posizione del sindacato è rafforzata rispetto al percorso di confronto con l’Azienda che si avvierà presumibilmente entro la fine di maggio”. “È necessario – continua il Segretario della UilCom – individuare soluzioni che scongiurino i licenziamenti, perché estromettere dal ciclo produttivo donne e uomini over 40 in un territorio come il nostro, sarebbe un disastro sociale inaccettabile come sindacato territoriale. Purtroppo – conclude Massimo Taglialatela – non siamo nuovi a queste sfide e siamo pronti a fare di tutto per evitare che questo accada”.

Lascia un commento

5 + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.