Governo, de Magistris: “Contratto? Sembra un regolamento di condominio a motore antimeridionale”

Il sindaco di napoli intervistato a Mattina 9 critica aspramente il tentativo di formazione del nuovo governo Lega-M5s

Napoli – “Mi sembra che stia nascendo un governo lontano dal mio modo di intendere la politica e soprattutto dalle esigenze dei territori e del Sud. Anzi, sembra quasi che il problema del Paese siano le persone povere: non c’è niente sugli enti locali, sui sindaci, sulle città, sui bisogni della popolazione. Sembra un regolamento di condominio, ma governare un Paese è diverso dal chiudersi in una stanza con quelli con cui in campagna elettorale avevi detto che non ti saresti mai alleato. L’inizio non mi sembra dei migliori, poi valuteremo dai fatti”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris nel corso di un’intervista rilasciata a Mattina 9, in onda sull’emittente Canale 9 – 7 Gold.

“Il motore di questo governo mi sembra molto antimeridionale: avevo espresso grande compiacimento per il voto al Movimento 5 Stelle, mi era sembrato un segnale netto e chiaro contro il sistema che proveniva da Sud. Poi si alleano con chi per anni ha governato con Berlusconi, va a braccetto con l’estrema destra e saltava cantando odio nei confronti dei napoletani. Non dico sia un tradimento del voto – ha continuato de Magistris – ma tutto farei con la Lega tranne che un accordo politico. Così si riabilita un partito che è di chiara ispirazione antimeridionale, per quanto sia chiaro che in questo momento Salvini si voglia proporre come leader nazionale. Ma non gli crede nessuno”.

Lascia un commento

18 + venti =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.