De Magistris rilancia il movimento Dema: “Pronti a partecipare a tutte le elezioni”

Il sindaco di Napoli ha annunciato che il suo movimento politico, Dema, sarà presente alle elezioni Regionali in Campania del 2021, ma anche alle Politiche qualora si torni al voto anticipatamente

“Questo è un progetto per la giustizia, per i diritti, per essere al fianco dei più deboli. Lanciamo un’alternativa al Governo più a destra della storia repubblicana e alla finta opposizione targata Renzi-Berlusconi. Non iniziamo una passeggiata, questo è un viaggio complicato, è un’opposizione sociale”. A dirlo il sindaco di Napoli e presidente del movimento Dema, Luigi de Magistris, a margine dei lavori dell’Assemblea che aprirà la fase congressuale e che oggi definirà la struttura del movimento.

“Da questo momento – ha annunciato de Magistris – Dema parteciperà a tutte le competizioni elettorali. Noi da questo momento ci saremo sempre, anche se si dovesse votare per le elezioni politiche tra tre mesi ci saremo”. Per le elezioni Regionali in Campania del 2021 “Dema non starà a guardare”. “Sarò sindaco fino al 2021, non deciderò io. Ma davanti a una sollecitazione alla candidatura, se lo chiederà il popolo, se lo chiederà Dema, se si creerà una coalizione che possa portare il fresco profumo di libertà che abbiamo portato al Comune anche alla Regione, non potrò che rifletterci con serenità”, ha aggiunto de Magistris.

Il primo cittadino ha lanciato la sfida al segretario della Lega Nord. “A Salvini diciamo che di fronte alla sua autonomia e al regionalismo contro, Napoli si candida ad essere la prima città d’Italia ad autonomia assoluta. Se vogliamo far ripartire il Paese, lo si fa dal motore economico, culturale e di passione che è il Mezzogiorno con Napoli e tantissimi altri amministratori”.

“A un Governo che ha equilibri nord-centrici, diciamo che il Sud non è zavorra”, ha affermato de Magistris riferendosi al nascente esecutivo Conte. Per il sindaco sta nascendo un Governo “la cui la principale forza politica, che ha avuto un voto straordinario dal Mezzogiorno e per il cambiamento, ma che in campagna elettorale diceva ‘mai con la Lega’, il giorno dopo si allea con Matteo Salvini e la Lega Nord per l’indipendenza della Padania. Con il voto del 4 marzo – ha proseguito de Magistris – avevo pensato che la storia l’avessero scritta gli elettori e lo diceva anche Luigi Di Maio. Per noi la storia non è questo contratto, la storia si fa con il popolo e noi proviamo a farlo attraverso Dema, un progetto nuovo che parla alle persone”.

FOTO: tratta da repubblica.napoli.it

Lascia un commento

11 + quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.