CyFest, il più grande festival di arte e tecnologia russo, alla Reggia di Caserta

Il più grande festival di arte e tecnologia della Russia, realizzato dal Cyland Media Art Lab di San Pietroburgo, arriverà per la prima volta in Italia, a Caserta

Dal 22 giugno al 1 luglio 2018, la Reggia di Caserta ospiterà l’appuntamento conclusivo del tour mondiale della XI edizione del CYFEST (Cyberfest), festival itinerante di arte e tecnologia della Russia partito quest’anno da San Pietroburgo (RU), con tappe a New York (USA), Pechino (CH) e Brighton (UK).

Nelle stanze barocche degli appartamenti reali, arte e tecnologia si fonderanno in una mostra a cura di Anna Frants, Elena Gubanova e Isabella Indolfi, che vedrà dialogare 13 artisti, italiani e russi: Anna Frants, Donato Piccolo, Alexandra Dementieva, Licia Galizia e Michelangelo Lupone, Elena Gubanova e Ivan Govorkov, Franz Cerami, Matilde De Feo e Max Coppeta, Daniele Spanò, Aleksey Grachev e Sergey Komarov, Maurizio Chiantone. Attraverso installazioni interattive, sculture cinetiche, video proiezioni e intelligenza artificiale, gli artisti declineranno il tema “Weather Forecast: Digital cloudiness” (Previsioni del tempo: Nuvolosità digitale) misurandosi con l’influenza delle nuove tecnologie sulla vita.

La manifestazione è realizzata in collaborazione con la Reggia di Caserta; con il contributo di OneMarketData; con il patrocinio di Regione Campania; con il matronato di Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee; con il patrocinio di Fondazione Idis – Città della Scienza,Fondazione Banco di Napoli, Consolato Onorario della Federazione Russa in Napoli; in network con Seminaria Festival, Accademia di Belle Arti di Napoli, 012 Factory, Interferenze, Museo Dinamico della Tecnologia – Adriano Olivetti di Caserta.

La mostra, allestita nelle Retrostanze del ‘700 – appartamenti nobili, si potrà visitare fino al 1 luglio 2018, nei giorni e negli orari di apertura della Reggia, con il biglietto per gli appartamenti storici.

Lascia un commento

due × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.