Sequestrato il lido Nettuno ad Anacapri

Permessi illegittimi e vincoli violati, 17 indagati tra cui il proprietario del lido Nettuno posto sotto sequestro

Napoli, 7 giugno – Il complesso balneare “Nettuno” ad Anacapri, in prossimità della Grotta Azzurra, è stato posto sotto sequestro questa mattina dai finanzieri della Tenenza di Capri intervenuti con personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo della Guardia Costiera di Capri.

Il decreto di sequestro preventivo, emesso dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica, riguarda una struttura immobiliare ubicata della superficie di circa 4.000 mq e che si sviluppa su terrazzamenti degradanti con fronte visivo di quasi 30 metri. Sono stati notificati contestualmente 17 avvisi di garanzia.

Tra gli indagati il proprietario del lido Nettuno, i direttori dei lavori nonché i dirigenti ed i funzionari dell’Ufficio tecnico comunale di Anacapri, i componenti della Commissione locale per il paesaggio e della Commissione edilizia di Anacapri, funzionari e tecnici della Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici ed artistici di Napoli.

Lascia un commento

20 + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.