Ballottaggi comunali 2018: in Campania bene il centrodestra ma il vero vincitore è l’astensionismo

A Torre del Greco l’affluenza più bassa d’Italia (24,7%). Avellino va al Movimento 5 Stelle. Al centrosinistra Cercola e Quarto

Napoli, 25 giugno – Anche nel turno di ballottaggio delle Elezioni comunali 2018, come nel primo turno (vai all’articolo), il centrodestra in Campania conferma l’ottimo stato di forma, conquistando con Gaetano Cimmino Castellammare di Stabia e con Raffaele De Leonardis Qualiano, dove il sindaco uscente De Luca, sostenuto dal Pd, è stato superato con un distacco di ben venticinque punti. La sinistra può consolarsi con Cercola e Quarto: a Cercola è stato eletto sindaco Vincenzo Fiengo mentre a Quarto il nuovo primo cittadino è Antonio Sabino, L’unico capoluogo di provincia al voto in Campania, Avellino, ha eletto sindaco Vincenzo Ciampi del Movimento 5 Stelle, che l’ha spuntata sul competitor Nello Pizza del centrosinistra: qui il centrosinistra governava dal 1995, da quando si votò per la prima volta per l’elezione diretta dei sindaci. A San Giuseppe Vesuviano confermato primo cittadino Vincenzo Catapano. Anche a Forio riconfermato il sindaco uscente Francesco Del Deo. A Volla e Brusciano, i primi cittadini sono rispettivamente Pasquale Di Marzo e Giuseppe Montanile. A Torre del Greco il nuovo sindaco è il centrista Giovanni Palomba.

Proprio nella città del corallo è forte la disaffezione dei cittadini nei confronti degli esponenti della politica locale. A dimostrarlo il forte astensionismo: solo il 24,7% degli aventi diritto si sono recati ai seggi, il dato peggiore d’Italia. Affluenza bassissima anche a Quarto (31%) e Castellammare di Stabia (35,14): con Torre del Greco in questi Comuni si è registrata l’affluenza più bassa di votanti alle urne di tutta Italia.

Lascia un commento

17 − uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.