Napoli città ‘calda’. Ma la Campania perde il 40% di bagnanti.

Impressionante calo di presenze registrato nei mesi di Giugno e Luglio lungo le coste italiane. La regione più colpita dalla crisi turistica risulta essere la Campania con una perdita secca di bagnanti che sfiora il 40% (dati Sindacato Italiano Balneari).

La crisi economica colpisce tutti settori commerciali, tutte le categorie. Confcommercio, in una nota sull’andamento dei consumi, dichiara: “mai così male dal dopoguerra”.

Molte persone trascorreranno questa estate in casa, trasformando le assenze turistiche in presenze cittadine. Potenzialmente i loro consumi e quindi il fatturato dei commercianti, ad Agosto, potrebbe crescere di circa il 30%.

Ciononostante, troppi negozi in città sembrano aver deciso per un lungo periodo di vacanza, sottovalutando questo aspetto. Ma non tutti i napoletani hanno preferito il mare a Monti. Infatti, tra saracinesche chiuse e sedie da bar impilate, spicca il cartello della vetrina oscurata di un sexyshop del quartiere collinare: “Aperti tutto Agosto”. Curiosi, entriamo per cercare conferma sulla lungimiranza affaristica del titolare.

Salve, nome e ruolo che ricopre in questo sexyshop?
“Mi chiamo Luigi, sono un sexyvendolo”

Molti negozi sono già chiusi, la crisi economica si fa sentire. Lei è aperto perchè fa affari d’oro o perchè non ha i soldi per andare in vacanza?

“Più che altro si spera di fare affari d’oro grazie alla gente che non va in vacanza.”

Lo sa che resteranno a casa circa il 30-40% dei Napoletani?

“Quindi mi state dicendo che quest’anno ci sarà un aumento del 30-40% di tradimenti?”

Qual’è l’oggetto sexy più venduto in assoluto?

“Continuano a essere le melanzane e i cetrioli” (simbologia fallica – ndr)

L’oggetto più venduto ad Agosto?

“Siamo agli inizi, mi occorrerebbe la sfera di cristallo per saperlo. In genere quando la moglie è in vacanza ci si consola con i DVD o con l’amichetta.”

Mi descrive il o la cliente tipo?

“Questa è una domanda alla quale non si può rispondere, la clientela spazia a 360°, cosi come il sesso.”

Napoli è una città molto calda?

“Dopo Caronte, Minosse e Ulisse, certamente. Calda dentro, ma fredda fuori. Spesso ci si priva di un piacere pur di non far parlare la gente.”

Appena usciremo dal suo sexyshop la gente cosa penserà di noi?

“Che siete dei depravati e chissà quali abominevoli cose ci sono nel negozio e soprattutto quanto vorrebbero entrarci anche loro, ma non hanno il coraggio.”

Qual’è la richiesta più strana che le hanno fatto?

“Dopo confidato dovrei uccidervi. A voi la scelta.”

Perchè ultimamente tentano tutti di ucciderci?

“Perchè fate le domande sbagliate picciotti.”

Il suo cliente più anziano quanti anni ha? E cosa compra?

“Più che età ormai contano le ere. Principalmente DVD.”

Con questo caldo non teme di averlo sulla coscienza?

“Assolutamente no. Il sesso lo fa ringiovanire.”

Perchè non ci sono donne in questo sexyshop?

“Questa città non è ancora pronta.”

Noi di NapoliTime siamo nati pronti.

“Bene, allora mandatemi quante più donne possibile.”

Usciamo dal sexyshop con un paio di simpatici gadget nella borsa. E’ un caldo Agosto, poche persone per strada. Una signora ci spia da dietro le tapparelle calate di un appartamento al primo piano. E’ una potenziale cliente, la salutiamo augurandole buone e sexy vacanze.

Buon ferragosto da NapoliTime.

Lascia un commento

6 + diciannove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.