Universiadi, De Luca contrario al villaggio nella Mostra d’Oltremare

De Luca: “Mi auguro che un luogo bellissimo come la Mostra d’Oltremare non sia devastato da scelte per me inaccettabili e incomprensibili”

Saltata l’ipotesi di accogliere gli sportivi a bordo delle navi ancorate nel porto, gli atleti che parteciperanno alle Universiadi a Napoli saranno ospitati nell’area della Mostra d’Oltremare. “Alla luce di una delibera dell’Anac e di una sentenza del Tar la vicenda di ospitare gli atleti sulle navi da crociera è diventata estremamente complessa” – spiega Luisa Latella, commissario straordinario. “C’è un’interdittiva a contrarre – continua – per cui si deduce facilmente che nonostante sia stata fatta la prima gara non se ne farà nulla”.

Siglato l’accordo per l’affidamento delle funzioni di supporto tecnico per la realizzazione dell’Universiade Napoli 2019. Il patto è stato firmato dall’amministratore delegato di Coni servizi Alberto Miglietta e dal commissario straordinario Luisa Latella e prevede la collaborazione da parte di Coni servizi nelle attività direttamente connesse all’evento, sia dal punto di vista sportivo che dei relativi servizi.

“Il Coni si mette a disposizione per la parte organizzativa e pratica di questo grande evento” sottolinea Alberto Miglietta. La manifestazione è in programma dal 3 al 14 luglio 2019. Sono attese dodicimila persone tra delegati, atleti, tecnici, ufficiali di gara e giornalisti. Oltre 170 le nazioni coinvolte, 18 le discipline sportive in programma e 80 impianti e spazi sportivi utilizzati (38 per le gare e 42 per gli allenamenti).

Il villaggio prevede 2500 moduli abitativi, anche detti “casette” che ospiteranno 7200 atleti. “Per le strutture previste è importante sottolineare l’opportunità di reimpiego successivo all’evento” afferma l’assessore allo sport Ciro Borriello. I napoletani assisteranno alle sfide sportive nei principali impianti cittadini: stadio San Paolo, cuore della manifestazione che ospiterà la cerimonia di apertura e quella di chiusura, Scandone, Palabarbuto, Mostra d’Oltremare, Albricci e Polifunzionale.

Sul villaggio per gli atleti alla Mostra d’Oltremare di Napoli il presidente della giunta regionale campana Vincenzo De Luca si dice pronto a dare battaglia: “Come Regione – ha affermato – saremo estremamente rigorosi fino a fare appello alla magistratura nel caso dovessimo rilevare elementi di superficialità”. “Mi auguro – ha aggiunto – che un luogo bellissimo come la Mostra d’Oltremare non sia devastato da scelte per me inaccettabili e incomprensibili. Mi riferisco all’ipotesi di collocare lì il villaggio per le Universiadi. Non ho ancora visto né un progetto esecutivo, né un piano economico finanziario, non si sanno i costi, soprattutto non si sa cosa dice la Soprintendenza”. “Non si può immaginare – ha ribadito De Luca – di devastare la Mostra d’Oltremare che è un luogo splendido, vincolato come i suoi giardini. Non credo che si autorizzerebbe la collocazione di prefabbricati nei giardini di Capodimonte: la situazione è analoga, c’e’ un luogo storico e uno moderno, ma ugualmente vincolati per la parte destinata a verde dei giardini. Vedremo come si va avanti – ha concluso De Luca – ma io mi auguro che non si facciano scelte sciagurate a danno della città di Napoli e dei suoi beni”.

One thought on “Universiadi, De Luca contrario al villaggio nella Mostra d’Oltremare

  1. Dov’erano gli oppositori della location-Mostra per le Universiadi,in questi anni in cui noi Fuorigrottesi abbiamo dovuto sopportare le conseguenze delle decisioni del Viminale,di volta in volta prodigo di disastrose accoglienze per i politici di turno(Fornero,Salvini…);senza contare le chiassate promosse dall’Ente(motoraduni,ecc.)a disturbo dei pazienti del vicino ospedale?

Lascia un commento

tre × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.