Il sacro, la tradizione, la gente: una mostra itinerante racconta la Festa di Sant’Anna

Le foto in bianco e nero di Lucia De Luise tra partorienti, luoghi e cibo nella lunga vigilia dell’evento del 26 luglio

Ischia – I luoghi di una baia unica al mondo, la devozione alla Santa protettrice delle partorienti, il cibo che – da sempre – si lega alla festa e la lunga tradizione della sfilata delle barche allegoriche, attraverso i volti di chi è testimone di un evento che si rinnova, nei decenni: una mostra fotografica itinerante racconta a Ischia l’86esima edizione della Festa a mare agli scogli di Sant’Anna, organizzata dal Comune di Ischia.

Gli straordinari scatti della fotografa ischitana Lucia De Luise – affissi al porto d’Ischia (in via Iasolino), a Ischia Ponte, nel borgo di Campagnano, in via Antonio Sogliuzzo e a Sant’Antuono – diventano così espressione di un racconto collettivo che, spiega il direttore artistico della Festa, Cenzino Di Meglio, “traduce in immagini suggestive e intense l’intero universo simbolico legato all’evento, che si dispiegherà anche quest’anno prima e durante la serata del 26 luglio”.

Al progetto hanno preso parte alcune partorienti ischitane, rinnovando simbolicamente il legame tra i fedeli e la Santa, verso cui si muovevano in pellegrinaggio le donne incinte o desiderose di una gravidanza. E ancora: dalla Torre di Sant’Anna al Castello aragonese, anche i luoghi celebrano l’affascinante rito quasi secolare che si rinnova, quest’anno, il 26 luglio.

“Abbiamo inteso scrivere una nuova pagina della Festa – spiega il vice sindaco di Ischia, Luigi Di Vaia – immortalandone i simboli in una mostra di elevato spessore e contribuendo così al racconto di un evento che è parte della nostra, delle nostre radici, della nostra cultura e della nostra tradizione”.
E tra gli scatti ci sono anche i ritratti di costruttori e artigiani, gente del popolo legata a doppio filo all’evento, e un eccezionale reportage sul pasto di Sant’Anna, attraverso le pietanze che sintetizzano identità e tradizione, per una storia già scritta e che continuerà a scriversi. Anche quest’anno.

Lascia un commento

uno × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.