Ischia, grandi pulizie dopo la Festa: raccolti 200 chili di rifiuti

L’Area Marina Regno di Nettuno ha organizzato una lunga no-stop con le associazioni del territorio

La Festa a mare agli scogli di Sant’Anna è ecosostenibile. E dopo lo spettacolo del 26 sera, con circa 15 mila persone assiepate nella baia di Cartaromana, a Ischia, una giornata ecologica ha garantito l’impatto ambientale zero sul fragile e meraviglioso ecosistema dell’area, che abbraccia il porto sommerso di Aenaria e fondali ricoperti da praterie di Posidonia.

L’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”, in collaborazione con il Comune di Ischia e il comitato direttivo della Festa, ha organizzato per l’indomani della Festa, il 27 luglio, una giornata ecologica per la pulizia della baia: dalle 8 del mattino al tramonto si sono alternate associazioni del territorio e volontari, cui sono stati distribuiti buste, guanti e retini.

Sono stati così raccolti circa 200 chilogrammi di rifiuti di ogni tipo, in particolare materiale plastico e polistirolo, resti di ingombranti e cavi in ferro arrugginito: non si tratta, evidentemente, soltanto di materiale relativo alla serata della festa.

L’operazione, coordinata da Caterina Iacono, ha coinvolto Legambiente Isola d’Ischia, Marevivo Ischia, Gli Alberi e Noi, Kalimera cooperativa sociale, Hester Ambiente, associazione Nemo per la diffusione della cultura del mare,  Project M.A.R.E. AMP Punta Campanella e, per le operazioni in mare, ANS Diving di Pietro Sorvino e nucleo subacquei carabinieri. Nella seconda parte della giornata, la pulizia ha coinvolto Platypus, APE e La Borsa Verde 3.0.

“La disponibilità dimostrata da tutti i partecipanti ed il clima di armonia e collaborazione che ha caratterizzato l’intera giornata – ha detto Antonino Miccio, direttore del “Regno di Nettuno” – è prova della crescente sinergia che si sta creando fra l’Area Marina Protetta, le associazioni e gli operatori che vivono e lavorano a stretto contatto col mare”. “Plaudiamo all’opera di volontari, associazioni e Amp, ribadendo l’importanza della tutela del nostro ambiente, la vera ricchezza dell’isola”, sottolinea il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino. “Quello con la pulizia della baia è ormai diventato un punto fermo della Festa di Sant’Anna, con l’auspicio che ci sia sempre meno bisogno di attività di pulizia dell’area”, ha dichiarato Cenzino Di Meglio, direttore artistico della manifestazione.

Lascia un commento

5 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.