Milleproroghe, Presutto (M5s): “Approvato nostro emendamento a sostegno dei Comuni”

L’emendamento riguarda diversi Comuni, tra cui quelli di Napoli e Taranto

“Le Amministrazioni comunali in difficoltà vanno sostenute, per aiutare i cittadini, nulla cambia per quelle incapaci. In futuro, per loro, verranno valutati provvedimenti che sanzioneranno gli amministratori incapaci tutelando i cittadini”. A dirlo Vincenzo Presutto, senatore del Movimento 5 Stelle, al lavoro in queste ore al Ddl 717 – milleproroghe approvato ieri.

“Il sistema contabile in vigore degli Enti locali ha messo seriamente in difficoltà moltissimi Comuni italiani, soprattutto concentrati nel Sud Italia. Sono diverse centinaia e tra questi alcune grandi città, come Taranto e Napoli“, aggiunge Presutto.

“Lo Stato – spiega – dal 2001 ha reso solidali i Comuni con gli impegni finanziari che sono stati assunti dallo stesso a livello europeo. L’armonizzazione contabile ha letteralmente stretto un cappio al collo ai Comuni, stringendo ogni anno di più, creando un disagio insostenibile per i cittadini che si sono visti privati gradualmente di servizi pubblici essenziali. Allo stesso tempo, mentre i Comuni sono stati schiacciati da questo sistema contabile fortemente vincolante, lo Stato adotta una modalità contabile diversa e decisamente meno stringente rispetto a quella dei Comuni”.

“Ma in questi giorni – prosegue – stiamo lavorando anche alla riforma della contabilità dello Stato per allinearla a quella dei Comuni. L’emendamento approvato ieri dal Movimento Cinque Stelle e dalla Lega nel Milleproroghe serve ad aiutare tutti i Comuni che vivono una situazione grave di difficoltà finanziaria e non è un caso particolare. Il provvedimento è finalizzato unicamente, ed in modo temporaneo, ad evitare situazioni ulteriormente gravose nei confronti dei cittadini. Abbiamo avuto in queste settimane in audizione l’Anci in Parlamento per affrontare tali problematiche”.

“Il M5S ha preso un impegno nei confronti dei Comuni per dare un aiuto, ma ha più volte sottolineato la necessità di prestare maggiore attenzione e senso di responsabilità da parte dei sindaci per quanto riguarda il funzionamento gestionale ed organizzativo della macchina comunale. Pertanto rimane assolutamente immodificato il concetto per il quale il Movimento Cinque Stelle condanna le Amministrazioni che lavorano male gestendo le macchine comunali con risultati negativi ma allo stesso tempo presta attenzione ai cittadini e alla qualità della loro vita. In futuro verranno valutati provvedimenti che sanzioneranno solo gli amministratori incapaci, tutelando i cittadini”, conclude Presutto.

Lascia un commento

uno × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.