trAmando, mostra pittorica e live-performance d’arte di Rita Esposito

La mostra è a cura di Daniele Galdiero, si terrà a Napoli, nello spazio “Salvatore Serio galleria d’arte”. Vernissage e live-performance 27 settembre 2018, ore 18.00

“La necessità di rendere palpabile uno spazio sacro di appartenenza che custodisca e tramandi un Sapere antico che non può e non deve andare perduto”. Questo il punto di partenza del nuovo progetto artistico di Rita Esposito, che continua a dedicare la sua attività artistica alla conoscenza dell’Epifania del Femminile.

Il progetto, ospitato dalla storica galleria Serio di Napoli dal 27 settembre al 6 ottobre, prevede l’esposizione di tre tele dipinte ad olio ed una performance dell’artista nel corso dell’evento inaugurale.

Le opere pittoriche narrano in maniera sintetica il percorso di ricerca.

Due dipinti, olio su tela di grandi dimensioni (150×200), appartenenti al progetto personale dell’artista “bellaMbriana”, presentato nel 2016 con successo mediatico e di pubblico, rappresentano la manifestazione del Femminile in due diverse fasi della vita, ovvero la fanciullezza e la maturità.

Nella sala espositiva le due tele si fronteggiano: da un lato “PrimaVera”, gioiosa consapevolezza dell’essere; dall’altro “Passerà”, energica potenza della forza generatrice.

La terza tela, olio su tela (100×100), realizzata per l’occasione, ha il titolo di “trAmando”, che, nella forma del gerundio del verbo tramare, contiene anche la medesima forma del verbo amare. In essa le due grandi tele trovano compendio: la gioiosa consapevolezza dell’essere acquista l’energica potenza della forza creatrice e diviene elemento amplificatore di tutta la Sapienza dell’Essere Femminile. L’opera nel suo manifestarsi, diviene pietra angolare del nuovo progetto artistico di Rita Esposito _ il Fiume di Rose _ presentato con una live-performance: l’artista darà origine alla creazione di un manufatto artistico collettivo formato dall’unione di rose realizzate all’uncinetto da una moltitudine di sapienti mani di donna. L’opera d’arte, nel suo costituirsi, acquisisce un forte valore simbolico: la trasformazione di un filato in un nuovo oggetto fatto di pensiero creativo ed amore diviene metafora della vita stessa, necessità umana di giocare con il filo dell’esistenza per tramandare conoscenza e originare bellezza nella meraviglia della coesistenza in pacifica armonia.

La live-performance “il Fiume di Rose” da un’idea originale di Rita Esposito, prevede, nel corso della performance dell’artista, la lettura del testo “il Gesto Sacro” di Chiara Tortorelli.

Info: Galleria Serio, Via Oberdan 8 a Napoli, dal 27 settembre al 6 ottobre 2018. Ingresso libero dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 16,30 alle 19,30

Lascia un commento

otto − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.