Concorsi truccati, generale in pensione agli arresti domiciliari

Operazione della Gdf, eseguite 15 misure cautelari

Napoli, 17 ottobre – Il Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf di Napoli, coordinato dalla Procura, ha eseguito 15 misure cautelari, una delle quali in carcere, nell’ambito di un’indagine sui concorsi “truccati” per volontario in ferma prefissata di 4 anni (VFP4) che consentono di accedere alle forze armate e di polizia. Tra i destinatari anche il generale dell’Esercito in pensione Luigi Masiello, titolare di una scuola di formazione, coinvolta nell’inchiesta, che è stato messo agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

tre × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.