Vesuvio, sciame sismico di 41 scosse. L’Osservatorio Vesuviano: “Cautela, non allarmismo”

Ben 41 piccoli episodi sismici si sono verificati nell’area del cratere del Vesuvio ieri dalle 16:04 alle 23:44

Nell’area craterica del Vesuvio, ieri, si sono verificati ben 41 piccoli terremoti dalle ore 16.04 alle ore 23.44. A comunicarlo è stato l’Osservatorio Vesuviano che ha rilevato gli eventi tellurici e che li ha tenuti sott’occhio ed ha giudicato sotto controllo.

Si è trattato di uno sciame composto da sismi di bassa magnitudo da -0,4 a un massimo 1.1 della scala Ritcher – spiega Francesca Bianco, direttrice dell’Osservatorio Vesuviano – L’epicentro è stato localizzato nell’area craterica del Vesuvio. Una zona soggetta, al contrario dei Campi Flegrei, a una subsidenza, cioè abbassamento. Naturalmente i terremoti non sono stati avvertiti e non abbiamo evidenziato particolari anomalie accompagnate agli eventi sismici. È un’attività di una zona vulcanica attiva. Inoltre, sia i dati geochimici che quelli geofisici non hanno evidenziato variazioni significative. Si è trattato di uno sciame che rientra nella dinamica di un vulcano attivo come il Vesuvio”.

”Diciamo in piena onestà – prosegue Bianco – che nulla è normale attorno ad un vulcano attivo. Per se in presenza di una serie di scosse basse, diverse delle quali non sarebbero state percepite se il Vesuvio non avesse avuto una così grande densità di stazioni sismiche, bisogna sempre prendere ogni dato con cautela. Cautela, non allarmismo”.

Lascia un commento

14 + diciotto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.