Genoa-Napoli 1-2. Gli Azzurri conquistano i tre punti nel finale grazie a un autogol di Biraschi

Al gol del genoano Kouamé nel primo tempo risponde Fabian Ruiz pochi minuti dopo l’interruzione della gara per la forte pioggia avvenuta a inizio ripresa. Nel finale un autogol di Biraschi regala i tre punti al Napoli

GENOA (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Romulo (dal 44′ s.t. Pandev), Hiljemark (dal 33′ s.t. Mazzitelli), Veloso (dal 13′ s.t. Omeonga), Bessa, Lazovic; Piatek, Kouamé. All. Juric

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Hysaj (dal 36′ s.t. Malcuit), Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Zielinski (dal 1′ s.t. F. Ruiz); Milik (dal 1′ s.t. Mertens), Insigne. All. Ancelotti

MARCATORI: Kouamé (G) al 20′ p.t.; F. Ruiz (N) al 17′, autogol di Biraschi (G) al 42′ s.t.

ARBITRO: Abisso di Palermo

Al Ferraris l’anticipo della dodicesima giornata del campionato di Serie A tra Genoa e Napoli finisce 1-2. I rossoblù passano in vantaggio al 20′ del primo tempo con un colpo di testa di Kouamé. Risponde al 17′ della ripresa, pochi minuti dopo l’interruzione della gara per la forte pioggia, il Napoli con la rete di Fabian Ruiz. Quasi allo scadere dei minuti regolamentari arriva l’autogol di Biraschi che regala alla formazione di Ancelotti i tre punti. Per il Genoa una sconfitta che rende ancora più complicata la situazione in classifica: la squadra di Juric ha infatti racimolato solo due punti nelle ultime sei gare di campionato. Può invece sorridere il Napoli, che grazie a questa vittoria resta in scia della Juve e ora spera in un passo falso dei bianconeri nella gara con il Milan.

Mini turnover per il Napoli di Ancelotti, come annunciato dallo stesso in conferenza stampa. In difesa c’è Hysaj per Maksimovic, a centrocampo Zielinski per Fabian Ruiz e in attacco Milik per Mertens (questi ultimi entreranno solo a inizio secondo tempo, ndr). Il Genoa schiera invece Hljemark alla prima da titolare sotto la gestione Juric, Veloso al posto dell’infortunato Sandro e Criscito che torna al suo posto di esterno basso dopo la squalifica. Il Napoli si rende subito pericoloso a inizio primo tempo con cross di Allan per Zielinski, anticipato all’ultimo da Biraschi. Prova a rispondere il Genoa all’8′ con un destro di Piatek, palla di poco a lato. Al 12′ grande occasione per il Napoli con Insigne, il suo tiro si stampa sul palo. Pochi minuti dopo i rossoblù passano in vantaggio: cross di Romulo per la testa di Kouamé, che sorprende Albiol e Hysaj portando in vantaggio il Genoa. Il Napoli spinge alla ricerca del pareggio, al 36′ parata super di Radu su Milik a pochi passi dalla porta. Ma il Genoa non sta a guardare e si rende pericoloso ancora con Piatek, stavolta Albiol fa buona guardia e allontana il pericolo. Si va negli spogliatoi con i padroni di casa in vantaggio per 1-0.

Squadre regolarmente in campo per l’inizio del secondo tempo. Ancelotti manda in campo Mertens per Milik e Fabian Ruiz per Zielinski. Dopo poco però Abisso è costretto a interrompere il gioco per la forte pioggia, con il campo che è diventato pesantissimo. Al Ferraris non si gioca per almeno 10 minuti, poi Abisso decide che la gara può riprendere. Al 17′ grande azione del Napoli con il tacco di Mertens per Fabian Ruiz, che tutto solo davanti alla porta fulmina Radu. All’86’ in occasione di un calcio di punizione per il Napoli un intervento maldestro di Biraschi sotto porta regala alla formazione di Ancelotti il vantaggio. Il Genoa prova a recuperare ma non c’è più tempo, il Napoli porta a casa tre punti preziosi.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento

14 + 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.